In un torneo di snooker è davvero raro che tutti i principali favoriti superino due turni, però ovviamente ci sono sempre le eccezioni che confermano la regola e questo Northern Ireland Open ne rappresenta un esempio. Tra gli ultimi 32 del tabellone sono infatti presenti le prime 10 teste di serie, che poi sono 10 dei primi 11 giocatori del ranking mondiale. Non tutti sono arrivati fin qui senza problemi e probabilmente qualcuno perderà già al prossimo turno, però l’impressione è che dopo 7 settimane senza tornei i big si siano presentati a Belfast con la giusta motivazione e una preparazione più che adeguata.

PRIMA SESSIONE

In mattinata bella prestazione di Stuart Bingham che ha battuto 4-2 il talentuoso Sam Craigie vincendo due frame combattuti dopo il 2-2 iniziale, al quale si era arrivati con due serie di qualità per parte compreso un 132 dell’ex campione del mondo. Anche meglio ha fatto David Gilbert, che con la vittoria nella Championship League di inizio stagione sembra essersi finalmente sbloccato. Contro David Grace il numero 18 del mondo ha dominato, realizzando un centone e quattro mezzi centoni per un 4-0 arrivato in meno di un’ora di gioco.
Northern Ireland Open
Allen profeta in patria, che finale con Higgins!
15 ORE FA

Doppia imbucata con un solo colpo: Devlin sorride per il fluke

SECONDA SESSIONE

Il pomeriggio è iniziato con il secondo match nel torneo del padrone di casa Mark Allen, che domenica aveva entusiasmato i suoi tifosi chiudendo l’incontro con un favoloso 147. Contro Peter Devlin la storia è stata un po’ diversa, tanto che nel gioco di serie Allen non è andato oltre una serie da 55 realizzata nell’ultimo frame. Il nordirlandese si era portato sul 3-0 lasciando diverse occasioni in ogni frame al suo giovane avversario, forse bloccato dall’emozione di giocare sul tavolo televisivo. Ma con le spalle al muro Devlin si è rilassato e nei due frame successivi ha fatto vedere il suo valore, realizzando due serie nell’ordine dei 70 punti nate da un gioco difensivo di qualità che ha disorientato Allen. L’inglese ha poi avuto un paio di occasioni anche nel sesto frame ma Allen si è scosso e ha portato a casa il match per 4-2, rimanendo in corsa in un torneo nel quale ha sempre avuto grandi aspettative ma scarsi risultati. A seguire c’è stato il match tra Judd Trump e il diciassettenne cinese Gao Yang, anche se forse sarebbe meglio dire che c’è stata un’esibizione del tre volte campione in carica di questo torneo. In questo caso i numeri dicono tutto. Trump ha vinto 4-0 in appena 41 minuiti e 55 secondi realizzando serie da 54, 100, 60 e 52 ma soprattutto lasciando a 0 il suo giovane avversario anche nel conto dei punti realizzati, con un parziale di 333-0 che non lascia spazio ad interpretazioni. Gao è un ragazzo sicuramente di talento ma se vuole fare carriera tra i pro deve imparare a non lasciare facile entrate al tavolo agli avversari più forti, cosa successa soprattutto nei primi due frame nei quali Trump ha potuto prendere ritmo e fiducia. Grande incertezza sui tavoli esterni dove tutti e quattro i match del pomeriggio sono finiti al frame decisivo, con Jackson Page che ha battuto Noppon Saengkham, Jimmy Robertson che ha superato Sunny Akani, Ricky Walden che ha avuto la meglio su Martin O’Donnell e Louis Heathcote che ha sconfitto Lee Walker.

La fortuna aiuta gli audaci: fluke anche per Trump

SESSIONE SERALE

In serata grande attesa per Neil Robertson, il quale aveva saltato il primo torneo televisivo della stagione perché coincideva con il suo matrimonio. Dopo un 4-0 sul veterano Barry Pinches nel primo match, l’australiano si è ripetuto battendo con lo stesso punteggio il giovane cinese Xu Si. Il match è stato equilibrato solo nel primo frame ma nei tre successivi l’australiano ha concesso all’avversario appena 18 punti complessivi, chiudendo la sua convincente prestazione con un centone nel quarto frame. Ben più complicato il match di Shaun Murphy, messo sotto da un ottimo Allan Taylor e costretto a recuperare dall’1-3 per vincere al decisivo. Murphy è stato stranamente poco efficace in attacco realizzando un solo mezzo centone e proprio in quell’aspetto del gioco dovrà migliorare se vuole fare strada nel torneo, però è piaciuta la sua determinazione che ha ricordato il Murphy dell’ultimo mondiale, quando l’abbiamo visto più battagliero e molto più solido rispetto al passato. Ha avuto bisogno del decisivo anche Stephen Maguire per avere la meglio di Hammad Miah in un match a corrente alternata, con lo scozzese che si era portato sul 2-0 ma poi ha dovuto vincere in rimonta dopo che Miah era andato avanti sul 3-2. Un altro match terminato al decider ha visto l’esperto Matthew Stevens battere il giovane tedesco Simon Lichtneberg, sempre più a suo agio tra i pro. 4-2 il risultato degli altri due match, con Jack Lisowski che ha sofferto più del dovuto contro il giovane cinese Fan Zhengyi e Jak Jones che ha creato una relativa sorpresa eliminando Martin Gould.

Robertson mostra la fede nuziale: "A volte può essere scomoda"

QUARTA GIORNATA

Nella mattinata di mercoledì si conclude il secondo turno con gli ultimi tre match in programma, nei quali un occhio di riguardo va a Ryan Day e Gary Wilson, impegnati rispettivamente contro Liam Highfield e Rory McLeod. Nel pomeriggio inizia il terzo turno del tabellone a 128 e sul tavolo televisivo ci sarà subito la sfida più interessante del turno con il grande John Higgins che affronta l’italo-belga Luca Brecel, il quale sembra sulla buona strada per tornare agli alti livelli che gli competono. A seguire tornerà al tavolo Ronnie O’Sullivan, impegnato contro il veterano Alfie Burden in un match che sulla carta non dovrebbe creargli problemi. Sui tavoli esterni interessante il derby gallese tra Mark Williams e Jak Jones, soprattutto per verificare le condizioni di salute di Williams contro un avversario non giovanissimo ma in costante crescita nelle ultime due stagioni. Molto ricco anche il cast della sessione serale, con Judd Trump che affronterà Lu Ning, Mark Selby che aspetta il vincente di Wilson-McLeod e Murphy che giocherà contro il vincente di Wakelin-Tian, altro match del mattino.

SU EUROSPORT

Come sempre appuntamento alle 11 per la sessione mattutina da seguire solo sull’app di Eurosport e su discovery+, mentre quelle pomeridiana e serale saranno anche su Eurosport 1 alle 13,45 e alle 19,45.

Robertson la chiude col centone: vittoria facile contro Xu

Northern Ireland Open
Higgins sbaglia, Allen no: il momento che decide la finale
UN GIORNO FA
Northern Ireland Open
Higgins fugge via, il centone spettacolare vale l'8-6 su Allen
UN GIORNO FA