Il grande snooker si è fatto desiderare per sette settimane tra la fine del British Open e l’inizio del Northern Ireland Open ma la lunga attesa degli appassionati è stata ripagata con un torneo bellissimo e la ciliegina sulla torta di una finale stupenda, vinta per 9-8 dal padrone di casa Allen su un indomito Higgins.
PRIMA SESSIONE
Come gli è successo negli ultimi tre match giocati, anche in questa finale Higgins è partito con l’handicap visto che Allen ha vinto il primo frame e poi si è portato sul 2-0 con una serie da 82. Ma lo scozzese ha reagito subito realizzando una magnifica serie da 123, anche se alla pausa di metà sessione si è andati con il padrone di casa ancora avanti di due dopo che ha vinto un combattuto quarto frame. Al rientro Higgins si è rifatto sotto con un mezzo centone ma Allen si è garantito almeno il pareggio a fine sessione vincendo un altro frame lungo e spezzettato. Lo scozzese si è riportato a meno uno grazie a un altro mezzo centone prima di sbalordire nell’ultimo frame della sessione, nel quale Allen si è portato avanti 63-0 prima che Higgins realizzasse 16 punti. È seguita una lunga fase di stallo con tre rosse sul tavolo e colori disordinati, interrotta da Higgins con una difficile imbucata in angolo. Da lì è riuscito ad andare fino in fondo completando lo steal di un punto sulla nera grazie ad una sensazionale ripulitura da 48 punti che è già entrata nella storia dello snooker, tanto da ricevere lodi sperticate da parte di appassionati ed addetti ai lavori, inclusi illustri colleghi come il campione del mondo Mark Selby:
Northern Ireland Open
Higgins sbaglia, Allen no: il momento che decide la finale
17/10/2021 A 22:57
La sessione si è quindi chiusa sul 4-4, risultato che va un po’ stretto ad Allen che ha dominato il gioco da un punto di vista statistico. Nel complesso il nordirlandese ha giocato meglio nelle fasi tattiche imbucando anche con percentuali nettamente migliori, però lo snooker è fatto anche di momenti e in quelli decisivi Higgins è stato molto freddo, come perfettamente esemplificato da quella incredibile ripulitura dell’ottavo frame.

Higgins fugge via, il centone spettacolare vale l'8-6 su Allen

SESSIONE CONCLUSIVA
Nella prima parte della sessione serale l’equilibrio è continuato, anche se rispetto al pomeriggio il parziale di 2-2 nel punteggio è stato specchio più fedele di quanto si è visto al tavolo con gioco di grande qualità da parte di entrambi. Allen si è portato altre due volte avanti sul 5-4 e sul 6-5 con due serie vincenti da 70 e 85, a cui Higgins ha replicato grazie a due mezzi centoni per il 6-6 all’ultimo intervallo. Per Allen non deve essere stato facile gestire psicologicamente questo andamento del punteggio e infatti al rientro dalla pausa è apparso meno sicuro, mentre Higgins è cresciuto andando per la prima volta in vantaggio sul 7-6 con un mezzo centone e poi portandosi a uno dal match con una meravigliosa serie da 136. Nei due frame successivi è iniziato il tipico drama dello snooker, con gioco frammentario ed errori da una parte e dall’altra. Allen ha ritrovato sicurezza vincendo il primo con numerose presenze al tavolo e una serie migliore da appena 20 punti ma nel successivo è stato Higgins a mettersi in serie con un buon tavolo a disposizione.

Higgins celestiale nell'8° frame: 64 da urlo e 4-4 con Allen!

Però il campione scozzese ha sbagliato una nera dallo spot a quota 31 rilanciando Allen, che ha piazzato una serie da 56 e poi ha resistito al tentativo di rimonta di Higgins chiudendo il frame dopo più di 30 minuti per l’8-8 che ha consegnato questa finale alla sua più logica conclusione, il decider. L’eccitazione del mondo dello snooker per questo momento è stata ottimamente descritta da un altro dei campioni di questo sport, Shaun Murphy:
Nel decisivo il primo ad entrare in gioco è stato Higgins ma, ancora, l’incertezza ha avuto il sopravvento con numerosi colpi di scena. Entrambi hanno alternato errori a grandi giocate ma sul 31-27 in suo favore lo scozzese ha sbagliato una rossa non facile che ha riportato al tavolo Allen, il quale ha chiuso il frame dopo quasi 28 minuti con una serie da 38 per il 9-8 conclusivo.
I NUMERI
Per Mark Allen si tratta del sesto titolo fuil ranking in carriera, il primo dopo tre anni. Questo successo, ottenuto davanti al pubblico di casa e in presenza della sua nuova famiglia, ha un valore particolare visto che arriva dopo un periodo personale molto difficile, tanto che al termine della stagione scorsa aveva dichiarato che avrebbe probabilmente preso una pausa dallo snooker, cosa che fortunatamente ha poi deciso di non fare. Allen si aggiudica il trofeo intitolato ad Alex Higgins, il più grande campione espresso dalla sua Irlanda del Nord, oltre a un assegno da 70 mila sterline. Inoltre scala due posizioni nella classifica mondiale arrivando al nono posto, tornando in una posizione più consona al suo valore. Higgins incassa il premio di 30 mila sterline per il secondo qualificato e torna a casa con la consapevolezza che a 46 anni è ancora uno dei migliori giocatori del mondo, come ampiamente dimostrato durante il torneo ma anche in questa bellissima finale.
IL PROSSIMO APPUNTAMENTO
Il grande snooker torna lunedì 1° novembre con l’English Open, secondo torneo della Home Nations Series. L’evento si disputerà a Milton Keynes e sarà visibile sull’app di Eurosport, su discovery+ e sui canali di Eurosport con conclusione domenica 7 novembre.

Higgins sbaglia, Allen no: il momento che decide la finale

Northern Ireland Open
Higgins fugge via, il centone spettacolare vale l'8-6 su Allen
17/10/2021 A 21:43
Northern Ireland Open
Higgins celestiale nell'8° frame: 64 da urlo e 4-4 con Allen!
17/10/2021 A 16:59