Subito una grande sorpresa al Players Championship, torneo a inviti riservato ai 16 migliori giocatori della classifica stagionale. Esce al primo turno Judd Trump, campione in carica e numero 1 del mondo, in un match tiratissimo vinto da Stuart Bingham per 6-5. Per Trump si tratta della seconda eliminazione consecutiva nelle prime fasi di un torneo, in una stagione che lo ha visto mantenere per diversi mesi un livello medio altissimo. Miglior match della stagione per Bingham, che oltre a vincere in maniera convincente ha anche divertito imbastendo per ben due volte la serie perfetta ma fermandosi in entrambi casi all’ultima mano di rossa-nera. Nell’altro match bella progressione di Kyren Wilson che ha battuto nettamente Ryan Day per 6-1.

BINGHAM A SORPRESA SU TRUMP

Il primo match televisivo del torneo è stato giocato dagli inglesi Judd Trump e Stuart Bingham nel segno dell’alternanza. L’inizio è stato disastroso per entrambi, con un primo frame infarcito di errori anche grossolani e vinto in qualche modo da Bingham. Anche il secondo frame è iniziato sulla stessa falsariga ma il campione del mondo del 2015 è riuscito per primo a trovare ritmo in attacco e ha piazzato una serie da 93 per portarsi sul 2-0. Fino a quel momento Trump è sembrato l’ombra di sé stesso ma dal terzo frame ha preso in mano le redini del gioco trovando la sua proverbiale precisione in attacco e con serie da 81, 105 e 76 ha ribaltato il risultato per portarsi sul 3-2. Ma proprio quando sembrava essere tornato il Trump schiacciasassi che tante volte abbiamo ammirato negli ultimi tempi, Bingham ha alzato il livello del suo gioco impostando una possibile serie perfetta, non arrivata per un errore a quota 113 su una difficilissima quindicesima nera. Nel settimo frame il numero 14 del mondo ha avuto la possibilità di piazzare un’altra serie di qualità ma a quota 58 ha sbagliato una rosa al centro tirata a botta sicura, lasciando a Trump la porta aperta per andare sul 4-3. Neanche stavolta Bingham si è abbattuto e anzi ha imbastito un altro possibile 147, non riuscendo però ad imbucare la quindicesima rossa a quota 112.
German Masters
Super-giro di Thepchaiya Un-Nooh: chiude a 147 contro Fan Zhengyi
22/10/2021 A 14:30
Niente serie perfetta ma l’incontro è cambiato e Bingham ha vinto anche il nono frame per portarsi a uno dal match sul 5-4, per poi prendere un vantaggio di 61-0 nel decimo. Lì si è visto il miglior Trump, quello che con pazienza e sagacia è capace di recuperare frame che sembrano già persi giocando in maniera lucida pur senza serie di qualità. E infatti è arrivato lo steal a più riprese per il 64-61 che ha mandato il match al frame decisivo. Qui è stato Bingham a sviluppare meglio il gioco, lasciando a zero l’avversario e gestendo il suo tentativo di rimonta nel finale. Quella di Bingham è una vittoria importante in una stagione per lui al di sotto delle attese, seppur con risultati mediamente discreti che gli hanno permesso di qualificarsi per questo torneo come ultimo dei 16. Invece per Trump si tratta della seconda uscita prematura consecutiva da un torneo, ma prima di sentir parlare di crisi o cose simili è giusto ribadire che questi alti e bassi in una stagione sono normali anche per i più forti, quello che non era normale era il livello stratosferico che il mancino di Bristol aveva mantenuto per tutta la stagione fino al Welsh Open.

WILSON FACILE SU DAY

Il match sul tavolo numero 2 ha visto il numero 5 del mondo Kyren Wilson sbarazzarsi facilmente del gallese Ryan Day, numero 32 del ranking ma presente tra i 16 di questo torneo grazie alla vittoria nello Shoot Out. Il match ha presentato un livello di gioco non certo entusiasmante fino alla pausa di metà sessione, a cui si è arrivati sul 3-1 per Wilson che ha realizzato una serie da 62 nel primo frame e poi ha vinto terzo e quarto dopo che Day aveva pareggiato a quota 1. Ma dopo l’intervallo l’inglese ha trovato la giusta ispirazione andando a chiudere velocemente il match con serie da 59, 119 e 73 per un 6-1 che lascia poco spazio a repliche. In questa stagione Wilson ha ottenuto mediamente buoni risultati ed ha anche vinto un’edizione anomala della Championship League valida per il ranking ma nei tornei più importanti non è mai andato oltre i quarti di finale, comunque ottenuti per ben sette volte. Qui ha l’occasione per puntare al risultato pieno e l’inizio del torneo è sicuramente incoraggiante in tal senso.

Pronti, via e fluke: Day comincia così il suo Players Championship

SECONDA GIORNATA CON ROBERTSON E O’SULLIVAN

Nella sessione pomeridiana della seconda giornata ci sarà il ritorno in azione del numero 3 del mondo Neil Robertson, che all’ultimo minuto aveva rinunciato al Welsh Open per motivi personali. Qui se la vedrà con il ventisettenne numero 33 del ranking Lu Ning, presente in questo torneo soprattutto grazie all’ottimo risultato nello UK Championship dove è arrivato in semifinale. Tra i due c’è un solo precedente ed è un netto 6-0 del 2019 per Robertson, che va considerato il logico favorito anche in questo match. Sull’altro tavolo si sfideranno gli inglesi Jack Lisowski e Martin Gould in un incontro che promette spettacolo con due giocatori che sanno portare al tavolo un gioco d’attacco spumeggiante. Lisowski è avanti 3-2 negli scontri diretti e anche qui sarà il favorito, dopo un’ottima stagione che lo ha visto esprimere un gioco finalmente più completo grazie al quale ha raggiunto due finali in tornei full ranking.

O'Sullivan con la stoccata sulla blu: che colpo

In serata torna Ronnie O’Sullivan dopo la delusione della finale persa domenica al Welsh Open, un torneo comunque giocato nel complesso con grande qualità e solidità. Per lui un avversario tradizionale e contro il quale tradizionalmente vince, quel Ding Junhui che soffre sempre molto la personalità del sei volte campione del mondo tanto da aver perso 17 dei 21 scontri diretti precedenti. Questo non significa che il campione cinese perderà sicuramente anche stavolta ma Ding dovrà sfoggiare una grande prestazione e, soprattutto, dovrà sperare che O’Sullivan non sia lo stesso del Welsh Open. L’altro match serale sarà la sfida tra l’inglese Barry Hawkins, che ultimamente ha ritrovato una buona forma, e il ventitreenne cinese Zhou Yuelong, un altro semifinalista dell’ultimo UK Championship. I due sono in parità nei 4 precedenti scontri diretti e anche stavolta il match si presenta come molto aperto.

SU EUROSPORT

Vedremo la seconda giornata del Players Championship alle 14 e alle 20 sull’app e sui canali televisivi di Eurosport.

Jordan Brown con il trofeo: "Ho retto alla pressione"

Northern Ireland Open
Allen profeta in patria, che finale con Higgins!
18/10/2021 A 06:41
Northern Ireland Open
Higgins sbaglia, Allen no: il momento che decide la finale
17/10/2021 A 22:57