Il grande snooker torna su Eurosport con il Welsh Open, torneo con gloriosa storia e tradizione che vede al via tutti i migliori giocatori del mondo. L'assoluta novità di questa trentesima edizione del torneo gallese è la sede di gara, non più la Motorpoint Arena di Cardiff ma il Celtic Manor Resort di Newport, nel quale comunque si giocherà ancora a porte chiuse. Parleremo più diffusamente di questa lussuosa struttura ma qui vale la pena sottolineare che questo sarà il primo torneo della stagione non disputato a Milton Keynes, un cambiamento a questo punto molto gradito sia ai giocatori che al pubblico televisivo dopo mesi di tornei fin troppo simili l’uno all’altro, anche se va detto che la Marshall Arena ha assolto alla grande il suo compito di sede di gara unica del circuito viste le difficoltà presentate da questo periodo di pandemia.

Trump, arriva anche il centone: suo il German Masters

LA STORIA

Snooker
Selby nella leggenda con il quarto titolo mondiale
04/05/2021 A 06:18
Il Welsh Open si disputa dal 1992 ed è quindi il quarto torneo dell’attuale circuito per longevità, dietro solo ai tre eventi della cosiddetta Triple Crown. Non è mai stato un torneo particolarmente ricco come montepremi ma resta un appuntamento molto atteso ed ambito, come dimostrato dal prestigioso albo d’oro. I plurivincitori sono infatti alcuni dei più grandi giocatori di sempre, con John Higgins che si è aggiudicato 5 titoli, Ronnie O’Sullivan 4 e Stephen Hendry 3. E altri cinque nomi molto illustri lo hanno vinto due volte: Steve Davis, Paul Hunter, Ken Doherty, Neil Robertson e Mark Williams. Quest’ultimo è l’unico giocatore gallese ad essersi aggiudicato il titolo, con l’ultimo successo arrivato però nel lontano 1999. Il campione in carica è Shaun Murphy, che nel 2020 a Cardiff batté in finale Kyren Wilson 9-1. Il torneo si è sempre disputato tra Newport e Cardiff, con varie sedi di gara. A partire dal 2014 era ospitato dalla Motorpoint Arena di Cardiff ma la situazione attuale ha imposto un ritorno a Newport, anche se non nell’abituale Newport Centre (dove, a più riprese, si sono disputate 17 edizioni) ma nell’inedito Celtic Manor Resort.

LA NUOVA SEDE DI GARA

È doveroso parlare della nuova sede del torneo, sia perché come detto è la prima volta in questa stagione che si abbandona Milton Keynes, ma anche perché la location è davvero prestigiosa e lussuosa. Il Celtic Manor Resort è un complesso che comprende quattro grandi hotel, altre strutture alberghiere su misura per diverse esigenze, due spa, quattro ristoranti e tre campi da golf. Proprio il golf rappresenta un importante precedente con lo sport di alto livello in questa inedita sede di gara per lo snooker, visto che qui si sono disputate l’edizione 2010 della prestigiosa Ryder Cup e l’edizione 2000 della PGA Cup. Inoltre nell’estate del 2020 il Celtic Manor ha ospitato con successo un paio di tornei dello European Tour giocati a porte chiuse e con applicazione di rigidi protocolli anti-Covid, cosa che ha convinto il World Snooker Tour ad abbandonare Milton Keynes e spostare la ‘bolla’ dello snooker in questa struttura ricca di storia e fascino.

Celtic Manor Resort, Newport

Credit Foto Getty Images

IL TORNEO

Dal 2017 il Welsh Open è il quarto e ultimo appuntamento della Home Nations Series ma quest’anno fa anche parte della European Series, di cui è il quinto evento dei sei in programma. Come detto il campione in carica è Shaun Murphy, che quindi sarà la testa di serie numero 1 del tabellone. Come tradizione nello snooker il numero 2 del seeding è il campione del mondo, quindi Ronnie O’Sullivan. Il resto delle teste di serie è assegnato in base alla classifica mondiale, a partire da Judd Trump che guida il ranking con un vantaggio abissale su tutti gli altri.
Nonostante il torneo non sia particolarmente ricco (70 mila sterline di prima moneta, come negli altri tornei Home Nations) saranno presenti tutti i big dello snooker mondiale in un tabellone a 128 giocatori. Il format di gara è ormai consolidato, con i primi quattro turni che si disputano con match al meglio dei 7 frame, quarti al meglio dei 9, semifinali al meglio degli 11 e finale su due sessioni al meglio dei 17 frame. Proprio la presenza di tutti i migliori rende difficile identificare favoriti netti, anche se i cosiddetti Big Four (Trump, Robertson, O’Sullivan e Selby) avranno ovviamente un occhio di riguardo da parte di esperti ed appassionati. Ma nello snooker, e in particolare in questa tipologia di tornei, anche i più forti rischiano di cadere in qualche trappola nei primi turni, anzi la cosa succede molto più spesso che in altri sport. Quindi bisognerà aspettare i quarti di finale per capire chi potrà legittimamente ambire a vincere il titolo e sollevare al cielo il trofeo intitolato a Ray Reardon, grande campione gallese che ha dominato lo snooker negli anni ’70.

SU EUROSPORT

Vedremo il Welsh Open a partire da lunedì 15 febbraio fino a domenica 21 sui canali televisivi e sull’app di Eurosport, con vari appuntamenti giornalieri.

Shoot Out 2021: Allen riscrive la storia, serie record da 142!

Mondiali
Mark Selby alza la coppa di campione del mondo di snooker
03/05/2021 A 21:39
Mondiali
Selby campione del mondo per la quarta volta
03/05/2021 A 21:37