La sesta giornata del Crucible è quella in cui iniziano gli ottavi ma, soprattutto, si conclude il primo turno, del quale possiamo fare un piccolo bilancio. Per la prima volta dal 2009 solo due teste di serie sono state eliminate e se consideriamo che uno dei due qualificati che hanno superato il turno è il campione del mondo del 2015 Bingham possiamo considerare il line-up degli ottavi come uno dei più forti di sempre, se non addirittura il più forte. Infatti tra i 16 giocatori rimasti in gara sono presenti i vincitori degli ultimi 14 titoli mondiali e 17 degli ultimi 18, un dato strabiliante se si pensa che le sorprese sono all’ordine del giorno in uno sport come lo snooker. Altra cosa da sottolineare è che nei 16 match giocati sono stati realizzati ben 39 centoni, un nuovo record che supera i 38 dello scorso anno, quando però si disputò un incontro in meno visto il forfeit di Hamilton. Insomma, ci aspettavamo un grande Mondiale e il primo turno non ha certo deluso, anzi.

Prima sessione

Come sempre al giovedì si giocano solo due sessioni e al pomeriggio toccava a Shaun Murphy e Mark Davis terminare il loro match di primo turno. Si riprendeva dal 5-4 in favore di Davis, bravo ad approfittare di un Murphy molto impreciso nella prima sessione. Ma il campione del mondo del 2005, graziato da Davis nel settimo frame poi vinto in rimonta, aveva chiuso la sessione con un centone che lo ha sicuramente tranquillizzato in vista della conclusione. E infatti nella seconda sessione Murphy ha ottenuto un parziale di 6-2, avendo vinto il primo frame per il pareggio a quota 5 e poi tre di fila per portarsi avanti 8-6. Davis ha poi vinto un combattutissimo quindicesimo frame per accorciare le distanze ma Murphy non si è perso d’animo ed è andato a chiudere per 10-7 con il secondo centone del suo match, conquistando così un posto agli ottavi dove affronterà Yan Bingtao, con il quale dovrà però alzare il livello del suo gioco se vuole progredire nel torneo. Sull’altro tavolo è iniziato il primo match di secondo turno, la sfida tra il campione del mondo in carica Ronnie O’Sullivan e il semifinalista dello scorso anno Anthony McGill.
Snooker
Selby nella leggenda con il quarto titolo mondiale
04/05/2021 A 06:18
L’incontro ha offerto da subito grande qualità con O’Sullivan che è partito a razzo, una cosa non più così abituale per lui, andando alla pausa avanti 3-1 con serie da 81, 105 e 138 a cui McGill aveva risposto con il 79 del terzo frame. Al rientro l’inglese si è portato sul 4-1 vincendo un frame più spezzettato ma a quel punto il match è cambiato, con O’Sullivan che ha iniziato a sbagliare parecchio e McGill che ha preso fiducia a partire dal sesto frame, vinto dopo una battaglia durata quasi mezz’ora. Nel successivo lo scozzese ha addirittura impostato un possibile 147 (lui che da professionista non ne ha mai realizzati) sbagliando però una tredicesima nera non impossibile a quota 97. A quel punto però il match era girato nella direzione di McGill che, approfittando di diversi errori di O’Sullivan, ha vinto anche l’ultimo frame della sessione per il 4-4 che rimanda tutto alle due sessioni da giocare venerdì, una al mattino e una alla sera.

Shaun Murphy avanza al secondo turno

Credit Foto Getty Images

Sessione serale

In serata si concludeva l’ultimo match di primo turno e, come prevedibile, per Mark Selby si è trattata di una formalità dopo il dominante 8-1 della prima sessione contro Kurt Maflin. In quella conclusiva il tre volte campione del mondo ha vinto i due frame che gli mancavano senza fare nulla di speciale anche perché, comprensibilmente, Maflin era ormai rassegnato, come confermato anche dall’ultimo frame perso malamente alla nera decisiva. Ma nel complesso resta la strepitosa prestazione di Selby, che è stato il più convincente tra i big al primo turno.

Mark Selby

Credit Foto Getty Images

Agli ottavi per lui ci sarà un difficile match contro Mark Allen, altro giocatore che ha molto impressionato nel primo turno, ma se Selby continuerà a giocare in questo modo sarà difficile fermarlo, non solo per il nordirlandese. Sul tavolo a fianco è iniziato l’incontro degli ottavi tra Neil Robertson e Jack Lisowski, un match che prometteva spettacolo ma che soprattutto nella prima parte di sessione ha deluso parecchio le aspettative. Solitamente i due impostano incontri ricchi di serie di qualità ma, forse bloccati dalla tensione, nei primi quattro frame terminati in parità dopo quasi due ore il gioco si è sviluppato a fatica, con un’unica serie vincente da parte di Lisowski nel terzo frame, arrivata comunque dopo un re-rack. Le statistiche alla pausa erano eloquenti, con Lisowski che imbucava all’83% e Robertson addirittura all’80%, dati insolitamente bassi per entrambi. Al rientro in sala le cose sono migliorate, con Lisowski che ha vinto rapidamente il quinto frame con una serie da 81. Il successivo è stato vinto da Robertson che poi si è sbloccato, realizzando una favolosa ripulitura totale da 135 nel settimo frame e poi aggiudicandosi anche l’ultimo con una serie da 76, con parziale di 288-18 a favore dell’australiano negli ultimi tre frame che la dice lunga sulla conclusione della sessione. 5-3 il vantaggio per Robertson in un match che si sviluppa su tre giornate e quindi si concluderà sabato mattina.

Robertson, centone contro Lisowski e ripulitura totale

Day 7

Venerdì si torna alle tre sessioni, con un match di secondo turno che già va a concludersi. Si tratta della sfida tra Ronnie O’Sullivan e Anthony McGill, i quali disputeranno la seconda sessione di mattina e la terza in serata. Al mattino inizia anche il derby inglese tra Kyren Wilson e Barry Hawkins, entrambi già efinalisti al Crucible, mentre al pomeriggio ci saranno la sessione centrale di Robertson-Lisowski e quella iniziale dell’attesissima sfida tra John Higgins e Mark Williams, i quali mettono sul tavolo 7 mondiali vinti e tanta classe, oltre che una sana rivalità. In serata oltre alla conclusione di O’Sullivan-McGill ci sarà anche la seconda sessione di Wilson-Hawkins.

Su Eurosport

Il programma televisivo sarà tutto su Eurosport 1 con i soliti appuntamenti per i Live alle 11, alle 15,30 e alle 20. I match principali saranno O’Sullivan-McGill, al mattino e alla sera, e Higgins-Williams al pomeriggio. Ma ci sarà anche la possibilità di seguire le fasi salienti degli altri match, che come sempre saranno Live (con commento in inglese) sull’app di Eurosport.

McGill, che errore! Ma O'Sullivan non ne approfitta: 4-4

Mondiali
Mark Selby alza la coppa di campione del mondo di snooker
03/05/2021 A 21:39
Mondiali
Selby campione del mondo per la quarta volta
03/05/2021 A 21:37