Grande spettacolo nella quarta giornata del Masters! O’Sullivan batte Ding con una strepitosa rimonta in un match bellissimo e avanza ai quarti dove troverà Higgins, che ha avuto la meglio di Allen dopo una grande battaglia.

O’SULLIVAN – DING 6-5

Che Ronnie O’Sullivan batta Ding Junhui non è certo una novità, anzi, però il match del pomeriggio è stato spettacolare e molto incerto, con una clamorosa rimonta di O’Sullivan per vincere il match al frame decisivo. Diventato il favorito d’obbligo del torneo dopo l’esclusione di Trump per positività al COVID-19 e le eliminazioni a sorpresa di Robertson e Selby, per O’Sullivan l’incontro è iniziato nel peggiore dei modi a causa di una grande partenza di Ding, il quale ha sfruttato qualche errore di troppo del campione del mondo per portarsi 3-0 con serie da 83, 75 e 73. Ma O’Sullivan ha vinto il fondamentale frame prima della pausa e l’ha fatto in grande stile, con il primo centone del match.
Snooker
Selby nella leggenda con il quarto titolo mondiale
04/05/2021 A 06:18
L’inglese ha poi vinto anche il successivo entrando in gioco con una favolosa imbucata dalla lunga distanza e portando avanti una superba serie da 60, giocata senza avere a disposizione i due colori principali. A quel punto sembrava che il campione del mondo potesse andare in progressione, invece c’è stata la grande risposta di Ding che ha realizzato la serie migliore dell’incontro, una ripulitura totale da 129. La grande qualità in attacco è continuata nei due frame successivi con un altro centone di O’Sullivan a cui è seguito un 128 di Ding, il quale si è portato a uno dal match sul 5-3. Il nono frame è stato cruciale, con Ding che ha avuto la possibilità di chiudere i conti ma ha commesso due gravi errori che hanno permesso a Ronnie di vincere in rimonta il frame e rimanere nel match.
O’Sullivan ha poi vinto il decimo con una splendida serie da 85 portando l’incontro al decider, la giusta conclusione per uno scontro di altissima qualità. Il campione del mondo è entrato in gioco per primo ma si è fermato a quota 34, poi Ding ha imbucato una rossa ma sulla marrone ha fatto una scelta quanto meno discutibile, punita da una grande imbucata di O’Sullivan che è andato a chiudere frame e match con una serie da 73. Un incontro spettacolare con 4 centoni, 6 mezzi centoni e percentuali d’imbucata ben oltre il 90% per entrambi. Abbiamo avuto la conferma che in questa fase della sua carriera Ronnie O’Sullivan sa anche lottare per vincere in rimonta match difficili, però rispetto alla prima parte della stagione c’è stata anche grande brillantezza in attacco e in particolare nelle imbucate dalla lunga distanza. A questo proposito un’ultima annotazione, che non è certo un dettaglio: Ronnie ha dichiarato che da Natale ha iniziato ad allenarsi 6 ore al giorno. Una cosa per lui inaudita, ma della quale si sono visti i frutti con la splendida prestazione in questo match.

Ronnie O'Sullivan chiude la serie e concretizza la rimonta

HIGGINS – ALLEN 6-5

In serata non c’è stato lo stesso livello stellare ma lo scozzese John Higgins e il nordirlandese Mark Allen hanno dato vita a un match molto combattuto e di buona qualità, con in più una fortissima dose del tipico drama” dello snooker per via di diversi errori da parte di entrambi nei momenti decisivi. L’inizio è stato favorevole a Higgins che è andato in pausa sul 3-1 con un paio di mezzi centoni ma Allen ha dimostrato di esserci, realizzando nel secondo frame quello che rimarrà l’unico centone del match. E infatti il nordirlandese ha vinto i due frame dopo l’intervallo, grazie anche alla complicità di Higgins che nel sesto frame ha sbagliato clamorosamente la rosa della serie finale. Ma lo scozzese si è subito rifatto vincendo i due frame successivi con serie da 80 e 84 per portarsi a uno dal match.
Allen ha poi vinto il nono con una serie da 62 e nel decimo frame è iniziato il drama, con Higgins che si è portato avanti ma non è riuscito a chiudere giocando l’ultima rossa con una bella difesa della bianca dietro la nera. Allen è uscito ottimamente da quello snooker e a quel punto si è ingaggiata una grande battaglia, vinta dal nordirlandese con una splendida ripulitura in steal. Nel frame decisivo è successo di tutto, con errori da una parte e dall’altra, ma ad avere la meglio è stato Higgins, che quindi sfiderà ai quarti O’Sullivan nell’ennesimo capitolo di una delle principali saghe dello snooker.

Higgins vince su Allen nel frame decisivo

CHE COSA OFFRE LA 5ª GIORNATA? PROGRAMMA E PRONOSTICI

Concluso il primo turno, iniziano i quarti di finale che si svilupperanno su due giorni. Nel pomeriggio si affrontano gli inglesi Kyren Wilson, numero 5 del mondo, e David Gilbert, numero 13. Tra i due ci sono tre precedenti ma i due più significativi sono in parità, con Wilson che ha vinto la finale del German Masters 2019 e Gilbert che si è preso la rivincita pochi mesi dopo ai quarti del Mondiale. Nel primo turno Gilbert ha battuto Perry ma ancora non sembra aver superato le difficoltà di inizio stagione dovute alla poca adattabilità a lockdown e quarantene varie. Anche per quello il favorito è Kyren Wilson, che ha giocato bene nel match contro l’omonimo Gary ed è già stato finalista di questo torneo, oltre che dell’ultimo Mondiale. In serata continua la difesa del titolo di Stuart Bingham, impegnato in un altro derby inglese contro Shaun Murphy. I due hanno dato vita a diversi match anche importanti, ma ovviamente tra i precedenti spicca la finale Mondiale del 2015 vinta da Bingham 18-15. Entrambi hanno giocato bene al primo turno e il match si presenta davvero incerto. L’unica cosa certa, o quanto meno auspicabile, è che ci saranno grandi colpi e grandi serie da parte di questi due fenomenali attaccanti.
Mondiali
Mark Selby alza la coppa di campione del mondo di snooker
03/05/2021 A 21:39
Mondiali
Selby campione del mondo per la quarta volta
03/05/2021 A 21:37