La terza giornata del Welsh Open ha offerto un po’ di tutto, con la vittoria drammatica di Higgins, l’eliminazione eccellente di Ding e la conferma di Trump e O’Sullivan. Nel complesso ancora bene i big con 8 dei primi 10 del mondo rimasti nel tabellone in vista di giovedì, quando il torneo entrerà nel vivo riducendo il numero dei partecipanti da 32 a 8.

DING FUORI NEL DERBY CINESE

Nella sessione mattutina c’è stata la prima vera sorpresa di questo torneo con l’eliminazione del numero 9 del mondo Ding Junhui ad opera del suo giovane connazionale Pang Junxu, ventunenne neoprofessionista che ha già raggiunto gli ottavi di finale sia allo European Masters che allo UK Championship e che aveva già battuto, tra gli altri, giocatori del calibro di Mark Allen e Stephen Maguire. 4-2 il risultato a favore del più giovane dei due cinesi, che dall’1-0 per Ding ha vinto tre frame consecutivi e poi ha amministrato per portare a casa un risultato importante che avrà fatto sicuramente clamore in madrepatria. Negli altri incontri del mattino segnaliamo la bella vittoria di Stephen Maguire su Matthew Stevens per 4-1 grazie anche a due centoni e il successo per 4-3 dello svizzero Alex Ursenbacher su Robert Milkins in un match dure e combattuto nel quale i due hanno realizzato una serie di oltre 130 punti a testa.
Snooker
Selby nella leggenda con il quarto titolo mondiale
04/05/2021 A 06:18

RONNIE BATTE JIMMY… ANCORA

Nel pomeriggio il programma del tavolo televisivo è iniziato con la classica sfida tra due dei giocatori più amati nella storia di questo gioco, gli inglesi Ronnie O’Sullivan e Jimmy White. Nei precedenti 40 scontri diretti O’Sullivan aveva avuto la meglio ben 31 volte e White non vinceva un incontro dal 2005, un trend che non si è invertito con il netto 4-0 a favore del campione del mondo. Nonostante l’identico punteggio, per O’Sullivan non è stata una prestazione scintillante come quella del primo turno ma va detto che i match contro White sono sempre particolari vista la grande amicizia che li lega. Dopo due frame con gioco poco spettacolare vinti sui colori finali, il campione del mondo ha comunque chiuso rapidamente dominando gli ultimi due con serie da 70 e 65. Nel match successivo era impegnato il padrone di casa Mark Williams e anche per lui il risultato è stato il medesimo del primo turno. 4-1 la sua vittoria con l’inglese Liam Highfield, in un match che ha fatto parlare soprattutto per i tiri d’apertura dei frame, che già da qualche tempo Williams ha iniziato a battere arrivando in accosto alle rosse dalla sponda corta. Anche Highfield lo ha imitato nel secondo frame, con conseguente scambio di battute scherzose, e nello studio televisivo Williams ha spiegato di aver scelto questa strategia perché non ne poteva più di battere il tiro d’apertura in maniera tradizionale e vedere gli avversari imbucare dalla distanza la prima rossa, spesso lasciandolo seduto per tutta la durata del frame. Dal punto di vista del gioco Williams si è detto più soddisfatto di ieri, confermando la sua intenzione di giocare con più rapidità al tavolo per cercare una componente di divertimento per lui indispensabile a questo punto della sua carriera. Dopo aver vinto un lunghissimo primo frame caratterizzato da una disposizione delle rosse inusuale e ben poco favorevole, il gallese è andato avanti 3-0 con un paio di mezzi centoni e ha poi chiuso 4-1 senza troppi problemi. Nel terzo match televisivo un’altra prova convincente di Yan Bingtao, al primo torneo dopo la sorprendente vittoria nel Masters. 4-0 il risultato contro il dilettante francese Brian Ochoiski, che ha tenuto per un frame e mezzo realizzando anche qualche bella giocata ma poi ha dovuto lasciare il passo a Yan, il quale ha dominato realizzando serie da 62, 114 e 79. Negli altri match del pomeriggio da segnalare le vittorie tutte per 4-1 di Mark Selby su Jamie O’Neill, di Shaun Murphy su Stuart Carrington e di Ali Carter sul giovane Aaron Hill. Dopo quello del primo turno, altro successo al frame decisivo per Ryan Day in un match tutto ad inseguire, stavolta contro l’esperto Mark Davis. In questo caso a Day è mancato l’acuto della serie di grande qualità ma c’è la conferma che la vittoria nello Shoot Out gli ha fatto ritrovare fiducia e grinta.

O'Sullivan vince 4-0 con White

PER HIGGINS VITTORIA CON DRAMA

Il primo match televisivo della sessione serale vedeva impegnato il numero uno del mondo Judd Trump contro il diciannovenne cinese Si Jihaui, numero 93 del ranking. Nessuna sorpresa con la vittoria di Trump per 4-2 ma l’inglese si è dovuto sudare la vittoria, a conferma che anche i giocatori di bassa classifica possono essere un problema per i big. Si ha giocato a tratti molto bene ma Trump, pur non sbalordendo, ha trovato il modo di gestire il match e passare il turno senza troppi patemi, cosa per lui abituale in questa tipologia di tornei nei quali solitamente cambia marcia nella seconda metà della settimana. Il giovane cinese ha vinto un primo frame molto combattuto durato più di mezz’ora, poi Trump ha vinto tre frame consecutivi realizzando una serie da 82 e mettendo l’ipoteca sulla vittoria del match. Si ha poi accorciato le distanze ma il mancino di Bristol ha chiuso sul 4-2 con un altro mezzo centone.

Trump liquida la pratica Si e vola alla giornata chiave

L’ultimo match televisivo è stato un classico dello snooker, con il late night drama che si è venuto a sviluppare tra lo scozzese John Higgins, cinque volte vincitore di questo torneo, e l’inglese Ben Woollaston. Higgins ha iniziato alla grande realizzando un centone nel frame d’apertura e, dopo aver perso il secondo, si è portato sul 3-1 con due mezzi centoni, facendo pensare ad un facile passaggio del turno. Ma Woollaston ha dato battaglia giocando molto bene e con serie da 62 e 70 si è portato sul 3-3, forzando così il frame decisivo. Lì è successo un po’ di tutto, con l’inglese che grazie anche a un paio di fluke si è portato avanti di 27 con 25 punti sul tavolo. A Higgins serviva quindi uno snooker e lo scozzese ha trovato il fallo di Woollaston, per poi andare a chiudere sulla nera finale per 70-68 quando a Newport mancavano pochi minuti alla mezzanotte.

Higgins, centone deluxe nel 1° frame contro Woollaston

Sugll altri tavoli vittoria per 4-2 di Mark Allen e Kyren Wilson su due veterani, rispettivamente Nigel Bond e Alan McManus. Giovanissimo invece l’avversario di David Gilbert, che ha vinto il secondo match di fila nel torneo per 4-0 contro il neoprofessionista Jamie Wilson. Dicevamo ieri che forse l’aver cambiato sede di gara può essere stato un bene per Gilbert più che per altri giocatori e questi risultati sembrano confermarlo.

Welsh Open, Mark Williams surclassa 4-1 Highfield

QUARTA GIORNATA

Come da tradizione nei tornei Home Nations il giovedì prevede la disputa di due turni per ridurre il numero dei giocatori da 32 a 8. Tra mattino e pomeriggio si giocherà il terzo turno, mentre in serata ci saranno gli ottavi di finale. In mattinata occhi puntati su Mark Williams, che se la vedrà con il suo ottimo amico Joe Perry, e sul derby di Leicester tra Mark Selby e l’emergente Joe O’Connor. Il primo match televisivo del pomeriggio sarà la sfida tra il campione in carica Shaun Murphy e il padrone di casa Ryan Day, mentre per una volta Judd Trump sarà sul tavolo numero 2 contro l’iraniano Hossein Vafaei. Il secondo match televisivo vedrà impegnato Ronnie O’Sullivan contro Martin Gould, un avversario potenzialmente pericoloso ma che il campione del mondo ha battuto sempre nei precedenti 5 scontri diretti. Tra gli altri match segnaliamo l’impegno difficile di John Higgins contro l’Ali Carter tonico di questo ultimo periodo in un incontro da seguire sul Player. Il programma della serata verrà determinato alla luce dei risultati del terzo turno.

SU EUROSPORT

Ancora appuntamento alle 11 solo sull’app di Eurosport, poi alle 14 e alle 20 anche sui canali televisivi.
Mondiali
Mark Selby alza la coppa di campione del mondo di snooker
03/05/2021 A 21:39
Mondiali
Selby campione del mondo per la quarta volta
03/05/2021 A 21:37