Mark McMorris – 25enne di Regina, Canada – è la medaglia di bronzo olimpica di Slopestyle, snowboard. Ma è anche molto di più: è un ragazzo che ha semplicemente rifiutato l’ordinarietà per inseguire una dimensione altra, da super eroe.

PyeongChang
Ester Ledecka, la protagonista anti-sistema delle Olimpiadi
24/02/2018 A 15:52

Che dite, stiamo sconfinando nella retorica? No, ci stiamo limitando a registrare la nuda e cruda fattualità: a fine marzo 2017 mentre stava praticando snowboard alpinismo Mark ha avuto un terribile incidente che gli ha provocato la frattura della mascella, la rottura del braccio sinistro, della milza, varie fratture al costato, il collassamento del polmone sinistro e la frattura del bacino. A meno di un anno di distanza il 25enne canadese ha conquistato una splendida medaglia di bronzo, risultato di una tempestiva riabilitazione e di estenuanti sedute di allenamento per tornare quello di prima. Anzi, un’atleta più forte, The Unbroken.

Cadere rovinosamente e rialzarsi, sempre e comunque: sembra essere il leitmotif della vita dello snowboarder canadese. Già, perché l’incidente di Whistler non è certo l’unico che gli è capitato nella sua giovane carriera: dieci giorni prima di vincere il bronzo ai Giochi Invernali di Sochi si ruppe una costola; lì per lì non riusciva nemmeno ad allenarsi ma trovò chissà dove la forza di resistere al dolore e gareggiare. Nel febbraio 2016 si ruppe il femore e fu costretto a riporre la tavola in cantina per oltre 6 mesi: ciò non gli impedì di rientrare ed ergersi a protagonista assoluto nella stagione seguente. Un gioco da ragazzi per questo atleta dalla forza d’animo fuori dal comune, da super eroe.

PyeongChang
Ledecka doppio oro in Snowbord e Sci Alpino: è leggenda
24/02/2018 A 08:08
PyeongChang
Ledecká leggenda polivalente: chi era riuscito in passato a vincere in sport diversi?
24/02/2018 A 06:56