Manca davvero poco alle Olimpiadi di Tokyo 2020 che saranno i Giochi della rinascita, dopo un anno di pandemia da Covid19, ma anche dell’inclusione. Non a caso, nel 2021 in Giappone ci sarà la prima atleta transgender: Lauren Hubbard.
Il comitato Olimpico della Nuova Zelanda ha diramato la lista degli atleti che prenderanno parte ai Giochi e tra questi c’è proprio la sollevatrice di pesi Lauren Hubbard, 43 anni. Da 13 anni ha cambiato sesso, e nome, passando da Gavin a Lauren appunto e ha ricevuto l’idoneità per competere nelle gare femminili di sollevamento pesi.
Ciò è reso possibile da linee guida specifiche del Comitato Olimpico Internazionale del 2015, che permettono ad ogni atleta transgender di competere in gare femminili solo controllando i livelli di testosterone, che siano inferiori alla soglia richiesta almeno 12 mesi prima delle gare. Hubbard, che ha partecipato anche a gare maschili in passato, ha superato il test.
Tokyo 2020
Lasha Talakhadze conferma l'oro di Rio: è leggenda
04/08/2021 A 15:50
Sono grata ed emozionata per la gentilezza e il sostegno che tanti neozelandesi mi hanno mostrato
Così Lauren Hubbard, ma non tutti la pensano così perché alcune colleghe la ritengono avvantaggiata.
Ok la parità di diritti ma se un soggetto di 43 anni biologicamente maschio viene autorizzato a vincere le Olimpiadi quanti uomini in futuro cambieranno genere per rubare il podio a noi donne? Sarebbe più corretto assegnare due medaglie
Il Comitato Olimpico della Nuova Zelanda però si tutela sottolineando come la Hubbard soddisfi tutti i criteri richiesti da Federazione Internazionale di Sollevamento Pesi e dal Comitato Olimpico Internazionale. Cosa succederà dunque a Tokyo?

Giulia Imperio solleva 81kg ed è bronzo europeo nello strappo

Tokyo 2020
SOLLEVATORE PERDE L'EQUILIBRIO, MA LA CAPRIOLA È PERFETTA
04/08/2021 A 15:35
Tokyo 2020
Sollevamento Pesi - Tokyo 2020 - Highlights delle Olimpiadi
04/08/2021 A 13:38