Dramma in Giappone, dove un lottatore di sumo è morto dopo essere caduto di testa in un incontro. Mitsuki Amano, 28 anni, ha da sempre combattuto sotto lo pseudonimo di Hibikiryu. Ma ha perso il combattimento più importante, quello per la propria vita.
Noto per le sue numerose vittorie, il lottatore è morto per insufficienza respiratoria acuta in un ospedale di Tokyo dopo quasi 30 giorni di ricovero: la notizia arriva dalla Japanese Sumo Association (AJS).
Hibikiryu era impegnato nella quarta divisione professionistica (delle sei del campionato di sumo) quando è successo l'evento che l'ha costretto in ospedale: il 26 marzo cade di testa dopo essere stato abbattuto dal suo avversario. Immobile, a pancia in giù, il 28enne non si muoveva affatto. Le immagini girate e trasmesse in televisione hanno fatto il giro del mondo.
Sumo
Lottatore di sumo si ritira dopo aggressione a un avversario con un telecomando
29/11/2017 A 16:14
Le immagini del lottatore che rimane per molti minuti a terra, senza che il personale venga in suo aiuto hanno fatto scalpore. Portato in ospedale, era ancora cosciente al momento del trattamento. L'AJS si è difeso affermando che non c'è stato alcun nesso di causalità tra la morte del lottatore e il suo infortunio avvenuto lo scorso marzo.
In Giappone, è consuetudine attendere che il sumotori si alzi prima di intervenire. Anche i medici sono nel recinto della lotta ma non sono vicini ai lottatori. Un'usanza che suscita indignazione e incomprensione tra molti utenti di Internet, che chiedono una modifica degli schemi in atto, per una maggiore sicurezza.
Sumo
Sumo, Asashoryu multato e sospeso
01/08/2007 A 07:40