Un sontuoso Jonathan Rea (Kawasaki) si è aggiudicato Gara-1 del Gran Premio d’Olanda, quinta prova del Mondiale di Superbike 2021, e in un colpo solo è tornato anche in vetta alla classifica generale, dopo la caduta di Donington. Il sei volte campione del mondo ha fatto sua la gara di Assen in maniera inesorabile, precedendo il britannico Scott Redding (Ducati) per 3.0 secondi e il turco Toprak Razgatlioglu (Yamaha) per 3.2.
Quarta posizione per l’olandese Michael van der Mark (BMW) a 4.4, quinta per il nostro Andrea Locatelli (Yamaha) a 6.1, mentre è sesto uno splendido Garrett Gerloff. Lo statunitense della Yamaha, infatti, partito dall’ultima posizione della griglia, è stato in grado di rimontare alla grande, chiudendo a 7.9 da Rea. Settimo il britannico Tom Sykes (BMW) a 11.1, ottavo il suo connazionale Leon Haslam (Honda) a 14.9, quindi nono Chaz Davies (Ducati) a 19.0 davanti al nostro Axel Bassani (Ducati) decimo a 19.2. Chiude quattordicesimo ad oltre un giro, infine, Andrea Mantovani (Kawasaki).
A questo punto Jonathan Rea torna in vetta alla classifica generale con 206 punti contro i 199 di Toprak Razgatlioglu ed i 137 di Garrett Gerloff. Domani altri punti pesanti in palio tra Superpole Race e Gara-2 ad Assen.
Superbike
Rinaldi vince gara-2, Razgatlıoğlu 2° nuovo leader , Rea solo 6°
19/09/2021 A 18:59

LA GARA

Allo spegnimento dei semafori lo scatto migliore è di Toprak Razgatlioglu che imbocca per primo curva 1 davanti a Jonathan Rea, ma il campione del mondo lo infila dopo pochi metri. Terza posizione per Michael Ruben Rinaldi, quindi Alex Lowes e Scott Redding, troppo pigro allo start.
Jonathan Rea si mette subito a dettare il passo e prova la fuga, mentre in entrata di curva 8 cade Alvaro Bautista che finisce rovinosamente nella ghiaia di Assen. Stessa sorte nel terzo giro per Alex Lowes e Michael Ruben Rinaldi, a sua volta nello stesso punto di Bautista. Una vera e propria gara ad eliminazione.
Davanti a tutti, nel corso del quarto giro, si porta Razgatlioglu che infila Rea e si trascina dietro anche Redding, in un terzetto davvero scatenato, con il portacolori della Kawasaki che torna al comando nella tornata successiva, ma non riesce a fare selezione. Alle sue spalle Redding si libera di Razgatlioglu e si mette a spingere su Rea. L’intento del ducatista, tuttavia, si spegne subito, dato che il campione del mondo in carica inizia a scappare, allungando a 1.4 di vantaggio a metà gara.
Jonathan Rea decide che Gara-1 è finita e se ne va definitivamente, lasciando ai due ex-compagni di fuga la battaglia per il secondo posto. La gara viene bloccata con una bandiera rossa a due giri dal termine, per colpa della caduta di Jonas Folger, che necessita di soccorsi immediati.

GP Aragon, Jonathan Rea vince anche gara-2: Rinaldi è quinto

Superbike
Superpole race, Rea piega Razgatlioglu
19/09/2021 A 10:31
Superbike
Redding vince gara 1, tripletta Ducati
18/09/2021 A 18:02