L'approdo alla casa giapponese è stato veloce e inatteso: ciò nonostante Roccoli è stato il migliore dei piloti italiani nelle prime due gare del campionato mondiale. Una partenza incoraggiante: "Dopo sette anni in Yamaha sono passato alla Honda, forse questo è il cambiamento più grande e più evidente ma dietro c'è molto altro. Innanzitutto una situazione economica difficile per tutti che ha reso la mia posizione molto scomoda. A novembre ero ancora a piedi, ho trovato l'accordo con il Team Intermoto Czech in extremis e durante l'inverno ho girato pochissimo".
Pochi test dunque, ma la squadra è stata subito promossa a pieni voti: "Sono molto soddisfatto di loro, per me è stato un grande passo: niente più team italiano, niente più squadra in cui sono cresciuto, ma tutto nuovo e anche la questione lingua che non è scontata come cosa!"
I risultati dicono che sei sempre nella top ten in classifica e con un inizio di campionato in crescendo: “In realtà le cose potevano andare anche meglio, in Australia ci siamo presentati praticamente al buio, dopo il diciottesimo tempo in prova ho migliorato decisamente arrivando nono in gara. In Qatar la cosa si è più o meno ripetuta: diciassettesimo in qualifica, ottavo alla fine”.
Unico episodio sfortunato al Ricardo Tormo di Valencia dove ha chiuso lontano dalle prime posizioni: "Purtroppo ho avuto un problema alla frizione e mi sono dovuto accontentare del quattordicesimo posto in gara. Sono comunque andato a punti e va bene lo stesso".
Adesso sei il secondo italiano in classifica (dopo Michele Pirro su Yamaha che lo precede di solo un punto) e tra poco c'è il round di Assen, una delle tue piste preferite. Come vedi il proseguo della stagione? "Sono fiducioso, la CBR è diversa dalla R6, arrivo in fondo alle gare con un po' più di gomma e questo mi consente di non calare negli ultimi giri come accadeva lo scorso anno. Dalla prossima gara useremo la moto 2009 e ad Assen sono sempre andato forte. Poi mi aspetto un bagno di folla a Monza".
Da parte nostra un grande in bocca al lupo e la speranza di vedere presto un italiano al vertice del campionato mondiale Supersport.
NON PERDETE SU EUROSPORT LA DIRETTA DEL ROUND DI ASSEN. APPUNTAMENTO CON LA GARA A PARTIRE DALLE ORE 13.20 DI DOMENICA 26 APRILE!!!