Che cos’hanno in comune l’erba di Wimbledon, la terra di Madrid e il cemento di Acapulco? Assolutamente nulla, a prima vista. Poi però si prende la – fin qui – 'bizzarra' carriera di Nick Kyrgios, controverso talento australiano, e si scopre che su ogni superficie, al primo incrocio di sempre con 3 dei più grandi rappresentati di questa disciplina, il funambolico Nick è riuscito a stenderli tutti.
Era successo nel 2014 a Londra con Rafa, si era ripetuto sulla terra spagnola con Roger un anno dopo; e ha completato la sua opera questa notte, in Messico, contro Novak Djokovic.
ATP Finals
Djokovic: "Il n°1 è Alcaraz ma ho tanta fame e voglia di vincere i big trophy"
21/11/2022 ALLE 08:46
Un Kyrgios esemplare, una versione eccellente di quel gran servitore visto solo a tratti in carriera, ma capace di tanto in tanto di far vedere a tutti del perché si fosse parlato così bene di lui, prima che una testa ballerina ne limitasse troppo spesso il rendimento.
Beh la testa questa volta non ha fatto scherzi, garantendogli una prestazione monstre nel quarto di finale di Acapulco contro l’ex imbattibile Novak Djokovic. Spinto da una serata di grazia al servizio – saranno 25 gli aces alla fine delle quasi due ore di sfida – Kyrgios ha superato un Djokovic quasi perfetto. Nel “quasi” però tutta la differenza del mondo in questo particolare momento della storia tennistica, dove l’aura di invincibilità dei Fab Four può dirsi definitivamente scomparsa e così la loro capacità di saper ribaltare ogni difficoltà, lasciando la percezione a tutti gli altri che sì, con una gran partita, ‘la cosa’ si possa fare.
E’ stato così per Kryrgios, eccellente a prendersi un primo set lottatissimo – 11 punti a 9 nel tie-break – e impeccabile anche nel secondo set, quando al 12esimo game – e al primo dei tre match point consecutivi – ha sfruttato la prima e unica chance concessa da Djokovic.
E’ stato quindi l’australiano a confermarsi fenomeno – quando vuole – coi grandi e ad accedere così in semifinale.

Il quadro delle semifinali

Semifinale dove Kyrgios troverà Sam Querrey, altro tennista in stato di grazia in questa settimana. Dopo aver messo ko Goffin agli ottavi, Querrey si è ripetuto contro pronostico anche nel quarto di finale con Thiem, rifilando un clamoroso 6-1, 7-5 all’austriaco che gli è valso il pass per il penultimo atto del torneo.
A completare il quadro Rafael Nadal e Maric Cilic. Il croato non è nemmeno dovuto scendere in campo per via del ritiro di Steve Johnson per problemi fisici, mentre Rafa ha avuto il suo bel da fare nel primo set contro il giapponese Nishioka, ma una volta risolto il tie-break per 7 punti a 2, si è preso con più tranquillità il secondo set per 6-2.
ATP Finals
Djokovic campione! Il serbo batte Ruud ed eguaglia Federer
20/11/2022 ALLE 15:14
ATP Finals
Fritz, nemmeno un numero così è bastato per battere Djokovic
19/11/2022 ALLE 16:18