Il capolavoro di Lorenzo Musetti. L’azzurrino, proveniente dalle qualificazioni, sul cemento dell’ATP di Acapulco (Messico) si regala la prima vittoria in carriera contro un top-10 e batte in tre set l’argentino Diego Schwartzman (n.9 del ranking) con il punteggio di 6-3 2-6 6-4 in 2 ore e 24 minuti di partita. Una sfida di alta qualità quella vinta dal classe 2002 perché il tennis espresso sul campo centrale del Princess Mundo Imperial è da raccontare ai nipotini. Il ragazzino toscano è riuscito a venire a capo di questo confronto realizzando 23 vincenti contro i 20 del suo avversario, commettendo 32 errori non forzati contro i 24 dell’argentino. Tuttavia, quei tre ace messi a segno nell’ultimo gioco (6 nel computo totale) sono stati una dimostrazione di classe e tenacia davvero notevole. Musetti ha concluso con il 65% di prime di servizio in campo, il 66% dei quindici ottenuti con la prima e il 39% con la seconda. Ad attenderlo negli ottavi di finale ci sarà l’americano Frances Tiafoe (n.56 del ranking) contro il quale ha giocato due volte con un bilancio in parità (1-1), arrivandoci con il best ranking virtuale (n.114 del mondo).

La cronaca del match

ATP, Acapulco
Tutto il meglio di Musetti: colpi e momenti d'oro ad Acapulco
23/03/2021 A 11:45
Nel primo set l’avvio è equilibrato ed entrambi i giocatori commettono qualche errore di troppo nei propri turni in battuta. E’ un po’ così che si giustificano i break del quinto e sesto game. Musetti, però, alza i giri del proprio motore da questo momento, mettendo in mostra un repertorio di colpi notevolissimo e facendo impazzire Schwartzman soprattutto lungo la diagonale di rovescio con traiettorie assai “arrotate”. Lo schema è il seguente: traiettoria in top-spin ad aprirsi il campo e lungolinea micidiale. Si concretizzano due break in successione nel sesto e ottavo gioco che valgono il 6-3. Nel secondo set c’è la reazione dell’argentino che eleva notevolmente il proprio tennis. Il sudamericano, infatti, concede le briciole nei propri turni al servizio, mentre il rendimento con questo fondamentale di Musetti cala drasticamente. Lo dimostrano i due break subiti nel parziale nel quarto e ottavo gioco che consegnano la frazione al top-10 sul 6-2. Nel terzo set l’azzurrino, in maniera anche inaspettata, tira fuori dal cilindro colpi di pregevolissima fattura e di grande pesantezza. Schwartzman viene spiazzato e i break del primo e terzo game proiettano l’italiano avanti 4-0. Musetti annulla nel sesto gioco, avanti 5-1, due palle break con grande qualità, procurandosi nel gioco successivo tre palle match (non sfruttate). Il braccio trema e il turno al servizio viene perso (avanti 5-2) con un’altra palla match vanificata. Lorenzo, però, è bravissimo a raschiare il barile per l’ultimo sprint, lasciandosi andare alle lacrime per festeggiare questa grande vittoria (6-4).

Musetti campione Junior a Melbourne nel 2019: rivivi il match point e le lacrime

ATP, Acapulco
Zverev supera Tsitsipas in finale: 14° titolo
21/03/2021 A 07:30
ATP, Acapulco
Tsitsipas: "Musetti lo vedremo spesso in futuro: rovescio fantastico"
20/03/2021 A 19:58