Non poteva esserci tributo migliore per Lorenzo Musetti che uscire dal campo con i cori e gli applausi del pubblico messicano al termine di una settimana comunque indimenticabile. Stefanos Tsitsipas s'impone 6-1 6-3 in un'ora e 20 minuti e accede alla finale dell'ATP 500 di Acapulco dove sfiderà Alexander Zverev (vittorioso nel derby tedesco con Koepfer 6-4 7-6). Il carrarino ha poco da rimproverarsi dopo sei vittorie - le tre nelle qualificazioni (contro Hernandez Serrano, Velotti e Silva) e le prime tre sul cemento in un torneo ATP (contro Schwartzman, Tiafoe e Dimitrov - il primo successo contro un Top 10 e la conquista della Top 100.
Ogni sconfitta è una lezione, soprattutto a 19 anni, e allora il tennista classe 2002 imparerà che gli manca ancora la consistenza per fare a pallate da fondocampo contro avversari del calibro di Tsitsipas, che dovrà giocare più vicino alla linea di fondo e migliorare in risposta. D'altronde, Musetti deve crescere in tutto e queste sono solo alcune delle indicazioni lasciate dal match odierno, dove le sue variazioni non sono bastate per scalfire le certezze del numero 5 del mondo. Il tennista di Carrara ha anche accusato dei problemi addominali nel corso della partita - arrivare in fondo nei tornei importanti comporta un grande dispendio di energie sia fisiche che nervose - come molti altri suoi colleghi in questo inizio di 2021. Musetti ha iniziato bene il secondo set lasciando andare i colpi e certi scambi, soprattutto sulla diagonale del rovescio, sono stati una gioia per gli occhi degli spettatori. Tsitsipas ha chiuso con 23 vincenti e 11 non forzati mantenendo un livello alto e mandando così un messaggio a Zverev in vista della finale.
ATP, Acapulco
La missione di Musetti: tradurre in risultati la bellezza del tennis
19/03/2021 A 17:17

Lorenzo Musetti - ATP Acapulco 2021

Credit Foto Getty Images

La cronaca della semifinale

Musetti deve subito fronteggiare una palla break a inizio primo set, annullata con un bel rovescio lungolinea. Il toscano fatica molto in questa prima frazione e soffre le continue accelerazioni di Tsitsipas. Il greco spinge con il dritto e alla fine trova il break nel quarto gioco, portandosi sul 3-1. Musetti non ha possibilità nei turni di servizio dell’avversario, mentre nel sesto gioco Tsitsipas ottiene un altro break, chiudendo il set sul 6-1.
Dopo l’intervento del fisioterapista, Musetti torna in campo nel secondo set, riuscendo a tenere testa al più quotato avversario fino al 3-3. Il settimo game è il momento decisivo dell’incontro: Tsitsipas trova subito due risposte vincenti e si costruisce il break a zero che lo porta avanti nel set. Nel nono gioco il 19enne di Carrara annulla due match-point, ma sul terzo il suo rovescio finisce in rete e Tsitsipas può festeggiare la sua prima finale della stagione. Finisce dunque l’avventura di Lorenzo Musetti (19 vincenti e 13 errori non forzati per lui), omaggiato dal pubblico messicano alla fine con una splendida standing ovation. Adesso per il toscano ci sarà il Masters 1000 di Miami, con ancora la speranza di poter entrare già nel tabellone principale senza passare dalle qualificazioni, essendo al momento il primo degli esclusi.

Musetti campione Junior a Melbourne nel 2019: rivivi il match point e le lacrime

ATP, Acapulco
Musetti da sogno contro Dimitrov, è semifinale: gli highlights
19/03/2021 A 10:01
ATP, Acapulco
Che impresa di Musetti! Ko Dimitrov, semifinale e top 100
19/03/2021 A 06:57