Un match in due parti, quello giocato sulla Pista Manolo Santana di Barcellona tra Lorenzo Musetti e il canadese Felix Auger-Aliassime. Nella prima, più incisivo in numerose occasioni l’azzurro, nella seconda migliore condizione del canadese, che approfitta anche di qualche problema di troppo alla schiena del diciannovenne di Carrara e si qualifica per gli ottavi con il punteggio di 4-6 6-3 6-0. Due ore e 5 minuti la durata dell’incontro che consegna ad Auger-Aliassime il derby contro Denis Shapovalov, altro match potenzialmente di grande impatto a livello di spettacolo.
I primi game di servizio non sono proprio la cosa più facile del mondo per i due, che vanno più volte molto vicino a subire il break. Sul 2-2 è Musetti il primo a fare la vera mossa, togliendo il servizio a 15 ad Auger-Aliassime grazie a un brillante schema palla corta-pallonetto che finisce vicinissimo alla riga. Il dritto del numero 20 del mondo non funziona, e si vede in più occasioni, e questo, unito all’ottimo atteggiamento del toscano, fa sì che, acquisita un po’ più di tranquillità al servizio, arrivi il 6-4 in 53 minuti.
Anche l’inizio del secondo parziale parrebbe positivo per Musetti, che si riesce subito a procurare due palle break, ma Auger-Aliassime ritrova sia il servizio che il dritto e, con questi colpi e approfittando di un momento di calo dell’italiano, riesce a sua volta a togliergli la battuta a 15. Il toscano si riprende subito il maltolto, il set si fa molto intenso, ma nel finale è il canadese a trovare soluzioni migliori soluzioni con un dritto ormai tornato nel suo elemento e porta la sfida al terzo.
ATP, Barcellona
Fognini: "Nessun insulto a Barcellona: chiederò i danni d’immagine"
26/04/2021 A 09:41
In verità, il set finale si trasforma in un assolo di Auger-Aliassime, sia per il proprio tennis recuperato che per via di problemi alla schiena chiaramente manifestati da Musetti, che non riesce più a incidere come in precedenza. La somma delle cose porta il 6-0 in casa canadese, senza che nessun game riesca ad arrivare fino ai vantaggi. I dati statistici del match, che diventano quasi tutti sbilanciati a favore di Auger-Aliassime nel finale tranne quello delle prime in campo (73%-68%), sono l’evidente specchio del cambiamento delle cose da un parziale all’altro.

Lorenzo Musetti, chi è l'astro nascente del tennis italiano

ATP, Barcellona
Nadal Re di Barcellona: show con Tsitsipas, gli highlights
25/04/2021 A 20:38
ATP, Barcellona
Sinner: "Domani mi alleno, lavorerò sul servizio"
24/04/2021 A 16:37