Lorenzo Sonego è arrivato in semifinale del Sardegna Open dopo un’autentica battaglia contro il tedesco Yannick Hanfmann, giocatore mai facile da affrontare e nella specifica occasione rimontato dal 3-6 3-5 per una vittoria in tre set tra quelle forse più sentite dal torinese in carriera.

I precedenti tra Sonego e Fritz

Questa volta, per lui c’è l’ostacolo che risponde al nome di Taylor Fritz. Appuntamento alle 12 (a seguire l'altra semifinale Djere-Basilashvili). L’americano non è nuovo a confronti con il numero 4 d’Italia: ha infatti vinto tre dei quattro precedenti (compreso quello nelle qualificazioni del Queen’s nel 2018 che l’ATP non conteggia ufficialmente), ma ha perso quello più importante. Al terzo turno dell’ultimo Roland Garros, infatti, Sonego ha vinto in tre set, con il tocco finale di un tie-break del terzo parziale praticamente infinito e terminato 19-17.
ATP, Roma
Impresa Sonego! Batte Thiem dopo 3 ore annullando un match point
15 ORE FA

Sonego, il 19-17 su Fritz nel tie-break più lungo sulla terra

Questo a testimoniare un duello nella loro storia tennistica: lo statunitense è sempre risultato vincitore sul veloce, l’italiano nell’unico precedente rosso. Si tratta anche di una lotta tra vicini di classifica (30 l’uno, 34 l’altro). Sonego è alla ricerca della sua terza finale ATP dopo quelle di Antalya sull’erba (vinta) e di Vienna sul veloce (persa). Fritz, invece, in caso di successo approderebbe per la settima volta all’ultimo atto (bilancio di 1 vittoria e 5 sconfitte). Entrambi hanno rispettato il pronostico del tabellone, essendo rispettivamente teste di serie numero 3 e 2.
Per arrivare fino a questo punto, l’americano non ha faticato troppo, prima battendo lo slovacco Andrej Martin 6-2 7-6 (4) e poi lo sloveno Aljaz Bedene 6-3 6-4. Stavolta, però, l’ostacolo è decisamente più duro: un giocatore che ha dimostrato in varie occasioni di non arrendersi mai, e soprattutto di non avere timori reverenziali nei confronti di nessuno. E continua a dimostrarlo anche alla vigilia di Montecarlo dove, nel 2019, raggiunse i quarti di finale. Di tempo da allora ne è passato, e l’allievo di Gipo Arbino si è decisamente costruito un signor tennis, fatto di capacità di sapere cosa fare in ogni momento della partita. In questo caso, la chiave per Sonego sarà togliere a Fritz le sicurezze derivanti dal servizio, che costituiscono una parte importante, anche se non totale, del suo gioco, insieme a un braccio che, quando vuole, sa decisamente far male.

Apoteosi Sonego: il meglio del successo su Fritz in 180 secondi

ATP, Roma
Sonego vince il derby con Mager: agli ottavi trova Thiem
IERI A 10:32
ATP, Roma
Djokovic sopravvive a Fritz e alla pioggia: è 3° turno
11/05/2021 A 18:33