Il primo turno delle qualificazioni del torneo ATP Masters 1000 Cincinnati 2022 di tennis, sul cemento outdoor statunitense, vede l’azzurro Fabio Fognini piegare in tre set il sudcoreano Soonwoo Kwon, battuto per 5-7 6-4 7-6 (3) in due ore e 32 minuti di gioco. Sfida decisiva per il main draw contro lo statunitense Marcos Giron.
Nel primo set c’è uno scambio di break in apertura, poi nel terzo gioco Fognini strappa di nuovo la battuta all’asiatico. Kwon salva altri due break point nel quinto game, ma poi nell’ottavo trova il controbreak. Fognini sciupa un’altra palla break nel nono gioco ed il sudcoreano lo punisce nel dodicesimo trovando lo strappo per il 7-5 dopo 55 minuti.
Nella seconda partita Fognini vince i primi sette punti giocati e vola sul 2-0. Il sudcoreano resta in scia e nel sesto gioco trova il controbreak. Ad essere decisivo, però, è il nono gioco, nel quale alla terza occasione l’azzurro centra lo strappo che lo manda a servire per il set, poi conquistato sul 6-4 in 39 minuti.
ATP, Cincinnati
Il capolavoro di Coric: batte in 2 set Tsitsipas e vince il suo primo 1000
22/08/2022 ALLE 06:10
La frazione decisiva vive di un grandissimo equilibrio, con un’unica palla break annullata dal sudcoreano nel terzo gioco. Si va così rapidamente al tie break, dove Fognini è perfetto al servizio, mentre l’asiatico per due volte cede il punto in battuta e così l’azzurro va a vincere sul 7-3 in 58 minuti.
Le statistiche sottolineano l’equilibrio visto in campo, con Fognini che vince 108 punti contro i 105 dell’avversario, strappando il servizio al sudcoreano per quattro volte, con un totale di 4/11 nel dato delle palle break, mentre l’azzurro concede quattro break point in favore dell’asiatico, che li sfrutta tutti.
***
Lorenzo Musetti deve sudare tantissimo nel primo turno, ma riesce a superarlo. Battuto, in un confronto arrivato non lontano dalle tre ore, il tedesco Daniel Altmaier per 6-7(5) 6-4 6-3; sarà il serbo Dusan Lajovic il prossimo avversario, dopo che quest’ultimo ha vinto molto più facilmente sull’americano Stefan Kozlov.
L’inizio del toscano è in formato rischio, dal momento che deve subito fronteggiare tre palle break di fila, cui poi se ne aggiunge una quarta: tutte annullate. A quel punto nessuno dei due mette più in reale pericolo l’altro fin quasi alla conclusione del set, quando è lui a strappare la battuta all’avversario ai vantaggi. Sembra fatta, e invece no, perché Altmaier prima si riprende il maltolto e poi, in un tie-break poco ondivago, chiude per 7-5.
Musetti si ritrova spalle al muro due volte nel secondo parziale. La prima si verifica quando, dopo il lottato game d’apertura, deve cedere ancora la battuta, la seconda si materializza nel momento in cui, dopo il controbreak, perde il servizio a zero. Quello precedente però, è l’inizio di un percorso che lo porta a mettere a segno il break per tre volte consecutive, togliendo certezze ad Altmaier e prendendosi di forza il 6-4.
L’assolo continua nel terzo set, in cui i giochi in risposta consecutivi vinti diventano quattro. Stavolta l’azzurro controlla, e anzi avrebbe anche una chance di 4-0, che però non viene trasformata. Sul 4-2 il tedesco vede sparire le ultime due speranze e, dopo l’ultima palla break, perde 11 punti consecutivi e spedisce l’italiano a un passo dal tabellone principale.
Numero 1 del seeding, e costretto alle qualificazioni pur essendo 30 del mondo perché l’entry list è stata rilasciata prima di Amburgo, Musetti si trova con un conto vincenti-errori gratuiti di 39-28 contro il 37-35 di Altmaier. Nelle due ore e 46 minuti di incontro, il toscano sfrutta soprattutto una miglior seconda, con cui vince il 55% dei punti rapportato al 41% del tedesco.

Fognini amaro: "Ormai mi resta solo prenotare un viaggio a Lourdes"

ATP, Cincinnati
Che impresa Coric e Tsitsipas: ko Norrie e Medvedev
21/08/2022 ALLE 06:38
ATP, Cincinnati
Alcaraz in versione flipper: che punto contro Norrie
20/08/2022 ALLE 09:28