Roger Federer è tornato. Non era così scontato per un tennista reduce da due interventi chirurgici subiti nel 2020 e che è entrato nell'anno degli "anta". L'abbiamo visto ridere e scherzare per la regola dei 25 secondi e per la gestione autonoma dell'asciugamano in tempi di Covid, l'abbiamo visto esultare e perdere una partita dopo aver avuto un match-point per la 24esima volta in carriera (in quel momento ci siamo detti "sì, è tornato davvero"). Lo svizzero ha raccontato i suoi mesi passati lontano dal circuito: i dubbi, le sofferenze, lo sconforto nel dover affrontare una seconda necessaria operazione. Dopo i due match giocati a Doha contro Evans e Basilashvili, ci siamo chiesti cosa abbiamo imparato dal suo ritorno, come è sembrato dal punto di vista fisico, quanto tempo gli servirà per ritrovare la condizione migliore e quali possono essere i suoi reali obiettivi stagionali. Abbiamo allargato l'indagine anche alle altre redazioni europee chiudendo il cerchio con la solita dolorosa domanda: sarà il suo ultimo anno?
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, On Demand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!

Eurosport Italia

Tennis
Federer non giocherà a Dubai: "Torno ad allenarmi"
12/03/2021 A 06:00
Alessandro Dinoia
Se è tornato dopo 405 giorni è solo per l'amore che lo lega a questo sport. Non potevamo aspettarci di più di quello che abbiamo visto e il paragone con il 2017 non ha senso. In quel frangente lo svizzero era rimasto fermo da Wimbledon 2016 (ko contro Raonic) agli Australian Open del gennaio seguente: sei mesi non sono paragonabili a un periodo di oltre 13 mesi di stop e - dettaglio non trascurabile - Federer ha quattro anni in più. Se nessuno poteva aspettarsi quello che fu in grado di fare nel 2017, quando oltre ai memorabili Australian Open vinse Wimbledon senza perdere nemmeno un set per un totale di sette tornei in bacheca, oggi non possiamo a maggior ragione attenderci grandi successi di Re Roger. Non possiamo nemmeno escluderli però.
La sua stagione inizierà sull'erba, giocherà qualche match sulla terra per prepaparsi e poi si giocherà le sue possibilità ad Halle, Wimbledon, Olimpiadi e, se tutto andasse per il verso giusto, US Open. Dal punto di vista tecnico dovrà chiedere ancora di più al suo servizio, l'arma a cui aggrapparsi per accorciare gli scambi, gestire le energie e incantare il pubblico con le sue innate doti di tocco. Federer è perfettamente in grado di sfoderare il suo repertorio completo fatto di servizio-dritto, rovesci in slice, back, serve and volley e palle corte ma non potrà permettersi di fare guerra da fondo. L'indicazione più importante è che lui sia felice di giocare a tennis come un bambino e d'ora in avanti ogni suo match sarà un dono.

Eurosport Spagna

Álex Corretja
La cosa più importante è che non abbia dolore, così potrà giocare un po' di partite per arrivare a Wimbledon al 100% della forma. Penso che il suo obiettivo sia arrivare a Wimbledon nella migliore forma possibile. Per riuscirci, probabilmente deve giocare circa 15 partite per sentirsi più sicuro quando dovrà affrontare match al meglio dei cinque set. Mi aspetto un Roger più rilassato, sa che tutto quello che viene da adesso in poi è un regalo. Non credo che sia tornato per poi ritirarsi subito, ma il 2021 sarà un punto di svolta per vedere se potrà vincere di nuovo uno Slam o no. Ovviamente, il riferimento non sarà solo Wimbledon, anche le Olimpiadi saranno importanti e anche gli US Open. Anche se sappiamo che più giocatori potrebbero essere una seria minaccia per lui nelle prime fasi dei tornei. Dipenderà da come finirà la stagione, poi vedremo se potrà competere nel 2022, se sta bene fisicamente non lo escludo. Potremmo aspettarci di tutto con Roger.
Jordi Arrese
Se è tornato nel tour è perché si è completamente ripreso. I suoi 39 anni sarebbero definitivi per tutti, ma lui può accorciare gli scambi contro chiunque. In questo momento, gli Slam e le Olimpiadi sono i suoi obiettivi, trovo difficile vederlo vincere al meglio dei cinque set contro giocatori come Djokovic, Nadal, Thiem e Medvedev. Ma d'altra parte, a Wimbledon questi giocatori potrebbero perdere all'inizio del torneo e non posso escludere mai Roger dai candidati in questo Slam. Per questo deve essere molto ambizioso e lavorare molto duramente dal punto di vista fisico.

Roger Federer

Credit Foto Getty Images

Eurosport Polonia

Rafal Sak
Per Federer quest'anno sarà molto difficile. È reduce da due seri interventi chirurgici. Non sa ancora se può giocare al suo massimo livello. All'inizio vuole trovare la sua vecchia forma fisica. Le prime partite sono sempre molto complicate. Obiettivi principali? Wimbledon e Olimpiadi di Tokyo. Ha sempre sognato la medaglia olimpica nel singolare e questo è l'obiettivo principale. Il secondo è Wimbledon, uno dei migliori tornei per FedEx. Ama l'erba e i campi in erba amano lui. Quest'anno dovrebbe essere l'ultimo della sua carriera. Penso che lascerà il tennis dopo il torneo di Basilea. Federer è cresciuto in questa città, per lui è sempre speciale giocare con il pubblico di casa.

Federer: "Felice di essere tornato: è stata lunga e dura"

Eurosport Francia

Tobias Laure
Le priorità di Federer sono gli eventi sull'erba di Halle e Wimbledon, gli US Open e, naturalmente, i Giochi Olimpici. A Tokyo Federer avrà le migliori possibilità di vincere un grande titolo, poiché il torneo si giocherà in modalità due set su tre. Inoltre, la medaglia d'oro in singolare alle Olimpiadi è l'ultima vera lacuna nella sua vasta collezione di titoli. Per Wimbledon e US Open non vedo alcuna possibilità per lui di vincere il trofeo. Djokovic e Nadal stanno ancora giocando a un livello straordinario e quelli come Medvedev, Zverev, Tsitsipas o Thiem sono diventati più forti. Quindi penso che non sia possibile per Federer vincere un evento del Grande Slam con sette partite in due settimane al meglio dei cinque set. Secondo me vedremo l'ultima stagione di Federer e il torneo di Basilea potrebbe essere la fine perfetta della sua carriera. È il torneo di casa, ha vinto 10 volte lo Swiss Indoors, il torneo si tiene a fine ottobre e ha ancora l'energia e la classe per vincerlo di nuovo.

Eurosport UK

James Walker-Roberts
È chiaro che Federer, alla luce dei suoi sei set giocati a Doha, avrà bisogno di tempo. Ci sono stati diversi errori nella sua partita contro Evans, e il suo gioco di gambe sembrava un po' più lento del normale, in particolare mentre il match andava avanti. Ha poi iniziato bene contro Basilashvili ma ancora una volta non è riuscito a mantenere il livello per tutto il tempo. Tuttavia, dopo 405 giorni di assenza, due partite consecutive di tre set contro due dei primi 50 giocatori del mondo non erano scontate. Federer ha circa tre mesi per mettersi nella migliore forma possibile per i suoi obiettivi ma ha ancora possibilità di successo.

Bentornato Federer! Il meglio di Roger in 10 colpi incredibili

ATP, Doha
Federer non sfrutta un match point e si arrende a Basilashvili
11/03/2021 A 14:59
ATP, Doha
Bentornato Federer! Dopo 405 giorni lo svizzero torna e vince
10/03/2021 A 15:08