Niente da fare, questa volta, per Jannik Sinner. Alla terza maratona in 3 giorni e dopo le vittorie su Bublik e Bautista, l’azzurro si deve arrendere a colui che forse è tennista del momento: Aslan Kartsev. Il russo infatti, semifinalista all’Australian Open e ko in questo 2021 solo contro Djokovic e Thiem, mette su un autentico show.
Una partita dall’altissimo contenuto qualitativo di Karatsev, che con un tennis potente e preciso, ma anche molto rischioso e costantemente volto alla spinta, ha messo all’angolo un Sinner comunque in grado di vincere il primo set.
Karatsev infatti è partito a rilento, subendo il break di Sinner ma trovando quasi immediatamente da subito le forze per rientrare in partita. Come se l’avvio dell’altoatesino avesse fatto subito suonare l’allarme del russo, consapevole di dover fare qualcosa in più per avere la meglio.
Tokyo 2020
Fognini: "Berrettini? Non commento per non essere polemico"
22/07/2021 A 19:49

Aslan Karatsev a Dubai, 2021

Credit Foto Getty Images

Quel ‘qualcosa’ Karatsev l’ha trovato quasi subito, entrando nel match con soluzioni aggressive, grande intensità in spinta dal fondo, buon rendimento al servizio. Karatsev ha girato così la partita da inizio secondo set poi, quando anche complice un Sinner meno incisivo al servizio e decisamente più fallosetto dal lato del dritto, il russo è andato via come un treno. Un 6-7, 6-2 6-3 in cui Karatsev alla fine ha chiuso colpendo 42 vincenti (a fronte di soli 25 non forzati); un conteggio decisamente positivo in quella bilancia statistica che in questo caso è utilissima per far comprendere la partita a chi non ha potuto seguirla.
E dunque Sinner si ferma così ai quarti di finale e a un test che era importante; vuoi per la qualità dell’avversario caldissimo dall’altra parte e vuoi perché per la prima volta in carriera l’altoatesino era stato testato sul piano fisico, con la terza partita al 3° set in 3 giorni. Sinner si arrende, ma potrebbe trovare comunque la Top30 alla fine della settimana: a patto appunto che Karatsev, Fucsovics o Nishikori, tutti ancora in corsa, non finiscano a vincere questo torneo.
Per Karatsev ora in semifinale ci sarà uno tra Rublev e Fucsovics. Nell’altro lato di tabellone Shapovalov (vincitore del primo quarto di giornata su Chardy) attende Harris o Nishikori.

Sinner sportivo, gli altri meno: giusto giocare di lunedì?

Tokyo 2020
Musetti: "Alla Maturità ho preso 97/100, ora testa a Tokyo"
14/07/2021 A 14:01
Wimbledon
Wimbledon, il pagellone: Djokovic una sentenza, Berrettini storico
12/07/2021 A 10:10