Dopo delle convincenti prestazioni contro Davidovich Fokina e Andy Murray, Jannik Sinner raggiunge il capolinea nel tabellone dell’ATP 500 di Dubai. Ai quarti di finale, l’altoatesino – alla prima spedizione sotto la guida del nuovo allenatore Simone Vagnozzi - si arrende sotto i colpi del polacco Hubert Hurkacz col punteggio finale di 6-3 6-3 perdendo lo slot nella top 10 del ranking. Hurkacz affronterà Andrey Rublev in semifinale.
Il polacco si porta così sul 2-1 nel conteggio dei precedenti con l’azzurro, dopo aver vinto il primo incrocio al Masters1000 di Miami 2021 ed aver subito la rivincita dell’altoatesino nelle ATP Finals torinesi. Hurkacz ha dominato su tutti i fronti: di servizio, tenacia, lucidità. Per Sinner, che sappiamo essere un giocatore migliore rispetto alla versione sottomessa dal nativo di Wroclaw, questa è da catalogare semplicemente come una giornata no.
ATP, Parigi
Sinner dà forfait per la Davis? "È stata una stagione lunga e difficile"
31/10/2022 ALLE 21:40

La cronaca del match

Jannik parte col piede giusto nel primo set: più disposto a giocare angoli stretti e ad avanzare i piedi in campo l’altoatesino, che in avvio lascia trasparire una certa voglia di cambiamento nelle sue giocate. Hurkacz invece punta a spezzare e rallentare il gioco dell’avversario, a buona ragione: il polacco riesce a penetrare nella testa dell’azzurro al sesto game, imponendosi alla quarta palla break. Le palle alte restituite da Hurkacz mandano fuorigiri il rovescio di Sinner, che sul finale commette troppi errori di profondità. Il polacco si assicura il primo parziale per 6-3, e la differenza sta tutta nel rendimento della seconda: solo 4 punti vinti su 11 (36%) per l’italiano, contro gli 8 su 11 del polacco (73%).

Jannik SInner, ATP Dubai

Credit Foto Getty Images

Il secondo set si riapre sulla falsa riga del primo: Hurkacz domina in uscita dal servizio e impiega poco per far vacillare un Sinner in appannamento. Il sorpasso decisivo arriva al terzo game, quando il polacco vince uno scambio di 28 colpi e trova la spinta per sfruttare la prima di due palle break. Per il resto del match, Sinner non oppone resistenza, confermando l’opaca tendenza di giornata. Hurkacz strappa il servizio anche al nono e decisivo gioco, festeggiando un doppio 6-3 finale senza aver concesso alcuna palla break all’avversario.

Il percorso di Sinner a Dubai

SEDICESIMI: Sinner vs Davidovich Fokina 4-6, 7-6, 6-3 REPORT | HIGHLIGHTS
OTTAVI: Sinner vs Andy Murray 7-5, 6-2 REPORT | HIGHLIGHTS
QUARTI: Hubert Hurkacz vs Sinner 6-3 6-3

Non è un "torneo meraviglioso" quello di Sinner: deve crescere

ATP, Parigi
Sinner mai in partita, brutto ko al primo turno contro Hüsler
31/10/2022 ALLE 16:28
ATP, Vienna
Troppo Medvedev per Sinner: il russo va in semifinale
28/10/2022 ALLE 14:28