Il torneo ATP di Ginevra sarà un momento di notevole importanza per il tennis di questo 2021, dato che sancirà il ritorno in campo di Roger Federer dopo qualche settimana di (ulteriore) stop. Il fuoriclasse, capace di vincere ben 20 titoli dello Slam, ha scelto l’appuntamento di casa per tornare a calcare i campi in terra rossa, ultimo gradino da scalare prima di fare il proprio ritorno all'attesissimo Roland Garros che, ormai, si staglia all’orizzonte. Ovviamente il nativo di Basilea non prenderà parte al major parigino con l’intento di vincerlo (quando è presente Rafa Nadal nel suo “giardino di casa” tutti passano in secondo piano) ma sfrutterà questi due tornei su terra rossa per affinare la condizione in vista della stagione su erba e, soprattutto, su Wimbledon e non solo...
Ma la grande domanda è una sola in questo momento: come sta Roger Federer? La risposta arriva direttamente dal tennista che l'8 agosto spegnerà le 40 candeline. "Ho giocato parecchio a tennis nelle ultime settimane - le sue parole riportate da TennisWorldItalia.com - la preparazione atletica è andata bene e ho potuto fare quello che mi piace di più, ovvero stare sul campo. Il mio ginocchio reagisce in maniera diversa dopo una partita rispetto a quando mi alleno. Bisogna vedere adesso come mi sentirò dopo aver giocato un match ufficiale. I risultati non sono fondamentali, per ora sono felice di giocare ancora e di poter dimenticare le ore di preparazione, la riabilitazione. Mi mancherà l’emozione, la carica che mi dà il pubblico, voglio capire come sarà".

Bentornato Federer! Il meglio di Roger in 10 colpi incredibili

ATP, Roma
Djokovic: "La Next Gen siamo io, Nadal e Federer"
16/05/2021 A 19:50
Ancora non conosce il nome dell’avversario (uscirà dalla sfida di primo turno tra Andujar e Thompson) a Ginevra: "Sì, sto tornando da molto più lontano rispetto al 2016 quando mi operai al ginocchio, ci sono più punti interrogativi. Saprò rispondere fra una decina di partite. Dopo Doha non ho più avuto intoppi. Ci ho pensato molto, ho discusso con il mio team su cosa fosse meglio. Alla fine sono arrivato alla conclusione che Ginevra fosse la soluzione migliore prima di Parigi, poi idealmente a Halle e Wimbledon. Vedremo quanto tempo mi ci vorrà per essere al livello. Vorrei dire che Parigi è già un obiettivo finale. Ma non sono ancora pronto per questo. Ma l'erba è diversa, spero di essere pronto per Wimbledon".
Roger Federer punta il mirino sui suoi obiettivi del 2021, non trascurando ovviamente le Olimpiadi di Tokyo: "Mi piacerebbe tantissimo andare ai Giochi, anche se non è ancora escluso che possano essere annullati per via della situazione sanitaria. Mi renderebbe orgoglioso vincere una qualsiasi medaglia per la Svizzera. Al momento, abbiamo l'impressione che le Olimpiadi si svolgeranno, ma la situazione è molto fluida. Non tutti gli atleti sono convinti che sia una buona idea andare a Tokyo, proprio a causa della grande incertezza. Penso che ciò di cui hanno bisogno gli atleti sia una decisione. Ci saranno o no?".

Federer: "Felice di essere tornato: è stata lunga e dura"

ATP, Ginevra
Federer, Ginevra al via: allenamento e tabellone
16/05/2021 A 14:37
Tennis
Federer ottimista sul rientro: “Mi sento molto meglio"
12/05/2021 A 11:58