Non solo Matteo Berrettini. Se il romano vince il Queen’s ma non potrà comunque accedere alla Top 10 da domani, le “colpe” vanno ad Hubert Hurkacz. Dopo la bella vittoria di ieri in rimonta nella semifinale con Kyrgios, il polacco completa l’opera e supera anche il n°1 del mondo Daniil Medvedev nella finale di oggi. Vittoria netta per Hurkacz, che si è imposto per 6-1 6-4 sul russo dando dimostrazione di grande valore e di serissime ambizioni in ottica Wimbledon.
Hurkacz ha dominato in avvio, a fronte anche di un Medvedev troppo nervoso. Sotto 5-0, il russo ha perso un po’ la calma e se l’è presa anche con il suo angolo, con il coach Gilles Cervara che a un certo punto ne ha avuto anche abbastanza e se n’è andato abbandonando la partita.
Wimbledon
Montepremi da urlo a Wimbledon: al vincitore oltre 2,3 milioni di euro!
23/06/2022 A 11:19
Hurkacz però non ha tremato nemmeno nel corso del secondo set, quando Medvedev ha poi effettivamente trovato un livello più competitivo di tennis e si è messo in partita. Un 6-1 6-4 che vale al polacco il primo titolo della carriera su questa superficie; e che al tempo stesso ricorda a tutti quanto già successo lo scorso anno, quando arrivò fino in semifinale a Wimbledon. Insomma, oltre a Djokovic e Nadal, ed insieme a Berrettini, nel lotto dei nomi da tenere in fortissima considerazione c’è anche Hubert Hurkacz. Gli avversari sono avvisati.

Dalla magia di Hurkacz al lob in tweener di Alcaraz: la top5 maschile

Wimbledon
Un sogno chiamato Grande Slam: Nadal a Wimbledon, impossibile non provarci
19/06/2022 A 08:22
ATP, Halle
Si ferma la corsa di Kyrgios: Hurkacz in finale con Medvedev
18/06/2022 A 17:23