Una settimana da Re al torneo della Regina. A otto giorni da Wimbledon, Matteo Berrettini vince la 118esima edizione del Queen's, coronando un torneo iniziato da favorito e giocato da tale, come si addice ai campioni della racchetta. L'azzurro alza il trofeo dopo aver battuto un indomito Cameron Norrie per 6-4 6-7(5) 6-3 in 1 ora e 58 minuti di gioco, al termine di una sfida che proprio banale non è stata. I colpi prima, la testa poi, per scardinare la resistenza di un avversario che se l'è giocata fino in fondo, come deve fare chi insegue nei pronostici, e che è stato l'unico a strappare un set nel torneo al numero 1 italiano. Il romano mette in bacheca il quinto titolo della sua carriera (su sette finali giocate), il secondo sull'erba dopo Stoccarda 2019 e il primo nella categoria 500. Campione all'esordio nel torneo, come non succedeva dal 1985 quando ci riuscì un certo Boris Becker.
Le speranze di Norrie di impensierire Berrettini in risposta sono legate alla seconda dell'azzurro. Perchè quando entra la prima, e succede piuttosto spesso, si può solo pregare di rispondere in campo. L'azzurro è devastante al servizio e infila subito il 50esimo ace del suo torneo (ne seguiranno altri 18). Neanche l'inglese sfigura in battuta, aiutato da uno slice stretto da sinistra che gli regala molti punti. Ma Matteo ha la consapevolezza dei top 10 e al primo passaggio a vuoto dell'avversario non si fa pregare. Succede nel quinto game della partita: ai due doppi falli del britannico, Berrettini ci aggiunge una devastante accelerazione di dritto e può allungare. Norrie prova a caricarsi con dei nervosi come on, ma l'italiano naviga a velocità di crociera e dopo 32 minuti è avanti di un set.
ATP, Vienna
Berrettini per il 2° anno consecutivo alle ATP Finals! Popyrin ko
IERI A 21:31

I titoli di Berrettini

TorneoSuperficieAvversario in finale
Gstaad 2018TerraBautista Agut (7-6 6-4)
Budapest 2019TerraKrajinovic (4-6 6-3 6-1)
Stoccarda 2019ErbaAuger-Aliassime (6-4 7-6)
Belgrado 2021TerraKaratsev (6-1 3-6 7-6)
Queen's 2021ErbaNorrie (6-4 6-7 6-3)
Norrie ha il grande merito di non lasciar andare la partita e cresce di colpi: aggressivo in risposta, ficcante al servizio, e i turni a zero si sprecano da una parte e dall'altra. Berrettini comincia a perdere potenza in risposta, e anche il dritto non dà le risposte volute. Il nervosismo c'è per entrambi. Norrie salva due palle break nel nono game, con Berrettini che può recriminare per un brutto gratuito sul 40 pari. Si arriva così al giusto tiebreak. Dove è decisivo un unico minibreak dell'inglese, grazie a una risposta velenosa sul secondo punto: 7-6 Norrie, partita in pieno equilibrio e Berrettini che perde il parziale nonostante il suo avversario abbia vinto appena 6 punti in risposta in tutto il set. L'inglese è in piena fiducia, mentre Matteo sembra un po' smarrito. Ma col passare dei game Norrie torna a sbagliare. Nel sesto gioco, l'inglese salva ancora due palle break recuperando da 15-40. Ma due turni più tardi finisce nel baratro. Due errori di dritto, un doppio fallo e un gran passante di Berrettini valgono un'altra palla break, che si concretizza col rovescio sbilenco del numero 41 del mondo. Siamo ai titoli di coda. Matteo serve per il match e non trema: il Queen's è suo, nessun italiano c'era mai riuscito.

Dritto in corsa stellare di Berrettini, applaude anche Djokovic

ATP, Indian Wells
Norrie vince Indian Wells e mette nei guai Sinner
18/10/2021 A 02:07
ATP, Indian Wells
Norrie piega Dimitrov e va in finale con Basilashvili: Sinner ora suda freddo
16/10/2021 A 20:17