La seconda volta è ancora più bella, perché conferma il suo status di giocatore tra i più forti al mondo sull’erba (e non solo). Matteo Berrettini, battendo anche l’olandese Botic van de Zandschulp, torna in finale al Queen’s a un anno di distanza dalla prima volta, peraltro giocando da par suo e allungando la striscia di successi in fila a otto. Queste le sue prime parole appena messa la racchetta nel borsone: “Incredibile tornare in finale, sono molto felice. E’ stato un match molto duro, ci siamo fermati per la pioggia. Ho avuto molte chance, sono stato breakkato nel finale di primo set. Ho giocato il mio miglior match della settimana, ora devo giocare la finale“.
E sulle condizioni meteorologiche sa come scherzare: “Siamo in Gran Bretagna! Ieri sembrava di essere in Italia. Oggi è molto più Londra. A parte tutto, fermarsi e ripartire è complicato. Durante il riscaldamento ci siamo fermati 3-4 volte. Oggi sono stato pronto tutte le volte che dovevo esserlo“.
Gli fanno notare che quattro finali di fila sull’erba è dato per pochi: “Essere accostato a Federer, Djokovic e Murray è molto bello. Ovviamente non posso paragonarmi a loro, ma per me è un piacere giocare e divertirmi. Ho guardato loro per tutta la vita. Chissà, proverò a batterli“.
ATP, Queen's
Berrettini campione: gli highlights della finale con Krajinovic
19/06/2022 A 16:47

Berrettini: "Fantastico vincere subito dopo il 1° infortunio serio della carriera"

ATP, Queen's
Berrettini: "Vincere dopo l'operazione è incredibile, troppe emozioni"
19/06/2022 A 14:54
ATP, Queen's
Trionfo bis al Queen's, Berrettini è di nuovo campione!
19/06/2022 A 11:58