La storia della prima giornata del torneo maschile al Masters 1000 di Madrid è quella di Carlos Alcaraz. Stellina del tennis del futuro e più chiacchierato da tempo tra gli addetti ai lavori come promessa da tener d’occhio (classe 2003, per intenderci due anni in meno di Sinner!) Alcaraz non si è lasciato scappare la ghiotta chance. Grazie alla vittoria per 6-4 6-0 sul francese Mannarino, Alcaraz ha coronato la prima parte del suo piccolo sogno.
Lo spagnolo infatti non solo è riuscito a centrare la prima vittoria a livello Masters 1000 della carriera (aveva già centrato la prima slam in Australia lo scorso febbraio), ma ha prenotato l’appuntamento col destino. Mercoledì infatti, giorno del suo 18esimo compleanno, sfiderà sul centrale della Caja Magica proprio l’idolo di sempre: Rafael Nadal.
ATP Finals
Atp Finals: format, calendario, date e protagonisti
12/11/2021 A 09:46
Sotto contratto con l’importante agenzia IMG da quando aveva 11 anni, Alcaraz lo scorso anno ha vinto tre Challenger e dovrebbe diventare il principale avversario per gli anni futuri dei nostri Sinner e Musetti. Vediamo come se la caverà mercoledì nel primo grandissimo test della carriera, appuntamento che, in qualche modo, aspetta da sempre.
Di lui l’ex n°1 del mondo Juan Carlos Ferrero ha detto: “Non vedevo qualcosa del genere da molto tempo, si vedeva che in lui c'era qualcosa di diverso, anche se ovviamente c'era molto da migliorare. Spero di non sbagliarmi, ma credo che presto arriverà in cima”. Se in cima arriverà lo scopriremo in futuro, intanto Alcaraz corona il suo sogno, affrontare Rafa proprio nel suo compleanno.
Una specie di regalo, anche perché il giovane Carlos ha solo una richiesta: “Non riesco nemmeno a descrivere la sensazione di poterlo sfidare. Ma per favore, non paragonatemi a Rafa. È il mio idolo, come fai a essere paragonato al tuo idolo?”. Al futuro, dunque, il compito di dirci chi sarà Carlos Alcaraz. Nel mentre, la Spagna, ha la sua prima pagina già scritta.
ATP, Parigi
Sinner si ferma subito, è super Alcaraz: ATP Finals a forte rischio
03/11/2021 A 17:35
ATP, Vienna
Il cuore di Berrettini non basta: un grande Alcaraz vola in semifinale
29/10/2021 A 11:42