Berrettini non è abituato a perdere le finali - secondo ko in sei partite, quattro i successi - ma questa volta deve accontentarsi di essere arrivato in fondo a un Masters 1000 per la prima volta in carriera. Durante la premiazione, il tennista romano ammette la delusione: "È stata una bella lotta - ha detto -, spero almeno di aver fatto divertire gli appassionati. È naturale che adesso sia deluso. Questo è uno sport folle che ti fa vivere momenti straordinari e grandi delusioni. Adesso sono deluso, lo ammetto, ma spero di tornare qui il prossimo anno e fare meglio di così". Da parte sua Sascha si complimenta con lo sconfitto: "Hai disputato una grande partita, so cosa provi adesso perché ci sono passato diverse volte. Ma presto, soprattutto se continuerai a giocare così, toccherà anche a te".

Berrettini in conferenza

ATP, Madrid
Berrettini lotta, ma non basta: a Madrid trionfa Zverev
09/05/2021 A 16:04
“Non ho rimpianti, ho dato tutto. Ho parlato con il mio team dopo la finale e ovviamente siamo tristi, e io più di loro, però nel terzo ho avuto solo una palla break su cui lui ha giocato molto bene. Sono anche riuscito a rispondere a un servizio che andava sopra i 220 all’ora, ma questo è il tennis. Nel primo set sentivo di non stare giocando il mio miglior tennis, anche se ero sopra di un break, poi ho giocato molto bene all’inizio del secondo ma non sono riuscito a strappargli di nuovo la battuta; nel terzo invece è stata una lotta”, le parole di Matteo (fonte: Ubitennis).
Le ambizioni dunque crescono al pari della convinzione in quel che si sta facendo: "Il mio obiettivo è giocare bene i grandi tornei, gli Slam e i 1000. Ovviamente anche la vittoria di Belgrado è stata bella, ma tutti sanno che i top-10 vogliono vincere i grandi tornei. Come dicevo nei giorni scorsi, so di poter giocare a questo livello e di meritare di essere qui. Quando uso le mie armi nel modo giusto, tutti fanno fatica contro di me, e questo mi fa sentire ottimista per il futuro. Si tratta di un risultato importante per il mio livello: Sascha ha vinto in due set contro Rafa e Thiem, ma contro di me ha fatto fatica, e questa cosa mi dà sensazioni positive che dovrò utilizzare per costruire buoni risultati anche nei tornei futuri. In questo momento la sconfitta brucia, ma alla lunga sarà utile".
Tennis
Berrettini: “Sinner è una macchina, mi ricorda Djokovic"
01/05/2021 A 15:28
ATP, Belgrado
Il ritorno di Berrettini: il quarto titolo è un nuovo inizio
26/04/2021 A 13:00