Si complica ulteriormente la rincorsa di Matteo Berrettini verso le Finals: in un pomeriggio complicato dalla pioggia, il tennista romano affonda sotto i colpi di Pablo Carreno Busta. 6-3 6-2 il punteggio che spinge lo spagnolo al secondo turno e che nega un derby a tinte azzure tra Berrettini e Fognini. Proprio il tennista taggiasco sarà impegnato questa sera contro la mina vagante Rune. Tornando a Berrettini, l'improvvisa uscita di scena tronca un momento d'oro, che lo aveva visto conquistare tre finali consecutive (Stoccarda, Queen's e Gstaad) negli ultimi tre tornei giocati. Quest'oggi The Hammer non è mai riuscito a prendere le redini dello scambio, soccombendo a un feeling acerbo con la palla e concedendo una mole sanguinosa di gratuiti nei suoi turni a battuta. Nessuna palla break procurata, e un tennis tutt'altro che pulito (ben 23 errori non forzati) sanciscono quella che è stata - senza ombra di dubbio - una giornata no per l'azzurro.
Il primo set vede lo spagnolo sugli scudi: Berrettini apre e chiude accusando un'insolita pesantezza sulle gambe, soffrendo tremendamente il gioco a rete dell'avversario. L'allievo di Santopadre si difende con i denti già al secondo game, rimediando a tre errori gratuiti. Carreno poi, infila nove punti consecutivi tra ottavo e nono game sigillando il primo set su un meritatissimo 6-3, frutto dei 12 non forzati dell'azzurro che stridono al netto dei soli 4 gratuiti dello spagnolo.
ATP, Montreal
Carreno Busta vince il titolo a Montreal: battuto Hurkacz in rimonta
14/08/2022 ALLE 22:25
La reazione di Matteo tarda ad arrivare pure nel secondo set, e la l'interpretazione intonsa di Carreno porta presto all'inevitabile condanna: il break decisivo del match arriva al terzo gioco del secondo set, con lo spagnolo in grado di tenere a zero il servizio dell'italiano. Berrettini a questo punto lascia andare qualche smorfia di insofferenza, avvilito da un livello di gioco totalmente in controtendenza rispetto a quello espresso nelle precedenti uscite. A Carreno basta osservare la facilità con cui il dritto di Berrettini si scarica a rete, regalandogli il doppio break sul finale di set. Il match termina sul 6-3 6-2 nel silenzio generale del court Rogers.
Carreno Busta può così esultare: lo scorso gennaio infatti, Berrettini aveva impiegato solo tre set per spazzarlo via agli ottavi degli Australian Open. Un segnale tutt'altro che inccoraggiante per il campione di Stoccarda e Queen's, in vista dell'esordio sul cemento degli US Open.

Berrettini: "Nessun problema, mi sentivo solo stanco"

Le parole dell’atleta tricolore riportate da Ubitennis: “Ci sono giornate buone e giornate meno buone e oggi davvero è stata una giornata pessima. Non c’era alcun problema in particolare, solo non ho trovato alcun aspetto del mio gioco a cui potermi attaccare”.
Prosegue: “È stato un anno molto complicato il mioho dovuto affrontare tante situazioni, e anche se in effetti ho giocato molto poco, ho comunque speso tante energie nervose e oggi mi sentivo davvero stanco. Per fortuna ci saranno altre partite, altri tornei, ora ho bisogno sicuramente di uno-due giorni di riposo e poi decideremo con il mio team se rimanere qui ad allenarmi oppure andare subito a Cincinnati”.
Abbonati a discovery+ scegliendo il pacchetto annuale Intrattenimento + Sport e partecipa al concorso. Potrai goderti tutto lo spettacolo dello US OPEN in streaming e vincere un viaggio a New York per due persone e due biglietti per assistere alla finale! Clicca qui!

Sinner: "Io e Alcaraz come Federer e Nadal? Speriamo"

ATP, Montreal
Carreno Busta non si ferma: è in semifinale contro Evans
13/08/2022 ALLE 06:29
ATP, Montreal
Kyrgios si ferma ai quarti. In semifinale ci va Hurkacz
12/08/2022 ALLE 21:54