Andreas Seppi conquista la Finale del torneo ATP di New York (Stati Uniti). La Grande Mela è portatrice di belle notizie per il tennis azzurro grazie all’ottima prova sciorinata dall’altoatesino che, in semifinale, ha nettamente sconfitto il rappresentante di Cina Taipei Jason Jung (n.131 del mondo) con il punteggio di 6-3 6-2 in 1 ora e 25 minuti di partita. Un match, come detto, consistente quello di Seppi, concluso con 3 ace, il 71% dei quindici vinti con la prima di servizio e il 67% di quindici conquistati con la risposta alla seconda in battuta del rivale. Con questo risultato, il n.98 ATP affronterà il britannico Kyle Edmund (n.62 del ranking), uscito vittorioso (6-1 6-4) dal confronto con il serbo Miomir Kecmanovic (n.54 del mondo).
Nel primo set l’avvio parla decisamente italiano: break in apertura e Seppi che sembra disporre dello scambio a proprio piacimento. Il nostro portacolori concede il bis nel quinto game, ma poi deve subire il parziale controbreak di Jung. Un piccolo passaggio a vuoto che non cambia la storia del parziale, controllato dall’italiano in lungo e in largo e suggellato dal terzo break in proprio favore del nono gioco, valso il 6-3 in 39′. Una frazione dal 58% di punti incamerati con la risposta alla seconda di Jung da parte di Andreas.
ATP, New York
Andreas Seppi si ferma sul più bello: la finale di New York va a Kyle Edmund
16/02/2020 ALLE 22:34
Nel secondo set l’asiatico cerca di scuotersi, aumentando la velocità dei propri colpi e le palle break si presentano per entrambi i giocatori. L’azzurro ha il merito di rimanere sempre piuttosto “centrato”, concretizzando meglio del rivale le chance costruite. E’ il caso del quarto game, quando il n.98 del mondo strappa il servizio all’avversario, portandosi successivamente sul 4-1. Il match è in ghiaccio e Seppi lo chiude degnamente con un altro break sullo score di 6-2.
Arazie alla vittoria contro Jung, Seppi raggiunge la posizione n.80 virtuale (706 punti). Qualora dovesse vincere il torneo aggiungerebbe ulteriori 100 punti, totalizzando 806. Ciò lo proietterebbe immediatamente davanti a Jannik Sinner, ovvero al n.68 del mondo, facendo scalare il suo più giovane connazionale al n.69. Indubbiamente un bel passo avanti per lui che, già da ora, ha guadagnato ben 18 posti rispetto all’inizio di questa settimana.
giandomenico.tiseo@oasport.it
ATP, New York
Seppi vola in semifinale a New York: l'azzurro batte in tre set Jordan Thompson
15/02/2020 ALLE 08:46
ATP, New York
ATP New York: Opelka, Edmund, Thompson e Jung vincono e volano ai quarti di finale
14/02/2020 ALLE 09:32