L’erba del Queen’s, sulla quale non giocava da 12 anni, si rivela amara per Fabio Fognini, che perde al secondo turno dell’ATP 500 londinese. In verità, era lui a dover ribaltare il pronostico contro il croato Marin Cilic, che si è però imposto per 6-3 7-6(4) portando a sette la striscia di successi consecutivi iniziata a Stoccarda. Per l’ex vincitore Slam (US Open 2014) arriva ora una sfida di livello con l’australiano Alex de Minaur.

La cronaca del match

Nel primo game Fognini va subito sul 15-30, senza poter però sfruttare la situazione, e nel terzo guadagna una palla break che però spreca con un rovescio in rete. A sfruttare subito l’occasione è invece Cilic, che dopo aver strappato la battuta al ligure non si volta più indietro e vola via, non concedendo più (letteralmente) niente al servizio per arrivare sul 6-3.
ATP Queen's
Cecchinato subito eliminato, Raonic si impone in due set
19/06/2019 A 19:17
Leggero calo per il croato nelle fasi iniziali del secondo set: il suo primo game alla battuta è infatti di quelli da dimenticare, perché quando Fognini si guadagna la chance dello 0-2 con un bel rovescio arriva il doppio fallo che regala al taggiasco il vantaggio. Il break viene però recuperato poco dopo, a 30, sul 2-4, e di lì si procede secondo i servizi fino al 5-6, quando è ancora l’azzurro ad avere un set point, ben cancellato da Cilic grazie all’artiglieria pesante di inizio gioco. Si arriva così al tie-break, che viene dominato dal croato, vittorioso in un’ora e 29 miunti.
Per Cilic la chiave di volta è legata soprattutto a un miglior rendimento sulla prima (67%-51% in campo), con tanto di 37/45 quando viene giocata. Rimane comunque un buon test per Fognini, che può guardare a Wimbledon con la convinzione di poter disputare un torneo valido nonostante la superficie non amica.

Fognini: "Sinner e Musetti? Basta, sempre la stessa domanda"

Tennis
Zverev: "Voglio vincere la vera Coppa Davis, non quella inventata..."
8 MINUTI FA
ATP, Vienna
Mager si arrende a Novak in due set: l’austriaco agli ottavi
10 ORE FA