Mettere in tasca, farà tutta esperienza. Questo è spesso un concetto abusato, quasi retorico, ma è davvero ciò che Lorenzo Musetti deve portarsi via dalla sconfitta al secondo turno degli Internazionali d’Italia 2021 contro Opelka. Il carrarino si è arreso ai 23 aces e 211cm di altezza del gigante americano con un doppio 6-4, non riuscendo mai sostanzialmente ad entrare in partita in tutti i 10 turni di battuta dello statunitense.
D’altra parte, per Musetti, classe 2002, questa era la prima esperienza contro un big-server del genere. Un giocatore speciale, particolare. In un tipo di partita in cui è richiesta grandissima pazienza e concentrazione: più che in risposta, nei propri turni di servizio. Sono quelli i momenti davvero fondamentali per provare a superare questo tipo di giocatori, consapevoli che il tie-break è l’unica destinazione possibile dove provare a inventarsi qualcosa. Musetti è invece apparso un po’ innervosito dal non riuscire a entrare in partita, troppo preoccupato dal doversi inventare qualcosa in risposta – cosa che per altro, alla fine, non è riuscito a fare.
Sono stati così 2 turni di servizio persi a zero, uno per set, a consegnare questa partita a Opelka, che oltre ad aver servito come un treno, ha risposto anche molto bene. Musetti si è arreso così al big-server statunitense in poco più di un’oretta, lasciando gli Internazionali d’Italia al 2° turno. Opelka si gode invece la sua super giornata da preciso bombardiere a approda al 3° turno: sfiderà Medvedev o Karatsev.
Tokyo 2020
Musetti: "Alla Maturità ho preso 97/100, ora testa a Tokyo"
14/07/2021 A 14:01

Lorenzo Musetti, chi è l'astro nascente del tennis italiano

Wimbledon
Musetti si ferma al primo turno: Hurkacz passa in tre set
29/06/2021 A 16:56
Wimbledon
Wimbledon, il borsino degli italiani in tabellone
24/06/2021 A 10:23