Ci eravamo scordati troppo in fretta del vero Nole. Quella versione schiacciata dal peso del mondo e dal vuoto agonistico, aveva ritoccato sensibilmente il nostro ritratto mentale del giocatore arrivato a un passo dal Grande Slam nel 2021. Ebbene, l'ultima corsa del serbo a Roma ha fatto evaporare completamente lo spettro di inizio 2022. E' tornato il vero Djokovic, dominatore famelico e pragmatico. Il numero uno al mondo, nella serata romana, bissa la prestazione straripante dei quarti di finale contro Auger-Aliassime. La semifinale degli Internazionali contro Ruud è un vero e proprio non-match, risolto sul 6-4 6-3 dopo un'ora e 43 minuti.
Djokovic agguanta così la vittoria numero 1000 in carriera, ma soprattutto la sua dodicesima finale al Foro Italico. Finale estremamente propedeutica all'imminente Slam parigino, siccome ripropone gli stessi partecipanti della scorsa finale ai piedi della Tour Eiffel: Djokovic e Tsitsipas, atto IX.
Roland Garros
Djokovic, Alcaraz o ancora Nadal? Il borsino al Roland Garros
18/05/2022 A 17:01

La cronaca del match

Nella semifinale sulla terra capitolina, Djokovic strapazza il suo sparring partner sin dall'inizio del primo set. I colpi di Nole raggiungono una profondità surreale, comprimono le cosce del norvegese ben dietro la riga di fondo, riducendolo a un pupazzo in balìa di un burattinaio infernale. Djokovic vince in tutti i modi: da fondocampo, a rete, in contropiede e in allungo. Ruud fa il suo, lascia intravedere il suo miglior tennis negli sprazzi concessi dalla voragine serba. Ma la sua è un'efficienza offuscata, cannibalizzata dall'onda d'urto del numero uno al mondo. Djokovic ruba i primi due servizi del norvegese, mettendo in cassaforte il set sul 4-0 e sigillando sul 6-4 finale.

Novak Djokovic

Credit Foto Getty Images

Decisamente più equilibrato il secondo set, con Ruud che punge più volte Djokovic a battuta e minaccia di raccogliere i frutti della sua crescita lineare. Ma Djokovic non tergiversa: il serbo tarpa le ali al norvegese sulla soglia del punto di non ritorno, con un break al settimo gioco dopo quattro palle break strappate.

Djokovic-Tsitsipas in finale

Ora si aprono le porte della finale. Tsitsipas sarà sicuramente uno dei test più ostici per Nole lungo la sua traiettoria di recupero verso la piena forma. Il greco è il giocatore che ha vinto di più quest'anno, con 31 vittorie (14-2 su terra battuta). I precedenti tuttavia, indicano una netta supremazia di Djokovic: 6-2 in favore del serbo, che si è tolto lo sfizio più grande in finale di Roland Garros dell'anno scorso.

Djokovic: "Alcaraz è stato bravo, ha gestito bene i nervi"

Roland Garros
Montepremi da urlo a Parigi: al vincitore oltre 2 milioni di euro!
18/05/2022 A 10:11
ATP, Roma
Djokovic papà cuore d'oro: "La dedico a mio figlio, oggi la sua prima partita"
15/05/2022 A 17:20