Una storia da film tra tennis e Coronavirus. Il protagonista è Sam Querrey, numero 49 del ranking Atp e semifinalista a Wimbledon nel 2017. Tutto ha inizio lunedì quando l'americano, iscritto nel tabellone del torneo 500 di San Pietroburgo, risulta positivo al Covid-19. Gli organizzatori danno la notizia attraverso un comunicato:

“Dopo un caso positivo di Covid-19 in data 11 ottobre nel torneo ATP di San Pietroburgo, un giocatore è stato cancellato dal torneo. Le autorità sanitarie pubbliche e il team medico dell’ATP continueranno a monitorare il caso del giocatore di tennis in questione, che è stato isolato ed è asintomatico. Le persone che sono state in contatto con il tennista saranno indentificate e avvertite".

ATP, San Pietroburgo
Rublev vince a San Pietroburgo e mette nei guai Berrettini
18/10/2020 A 16:46

Al posto di Sam è subentrato nel main draw il serbo Viktor Troicki, lucky loser, che è sceso in campo contro il canadese Denis Shapovalov. Fin qui niente di nuovo: purtroppo da qualche mese siamo abituati ai rigidi protocolli delle manifestazioni sportive post-lockdown. A ricostruire i successivi accadimenti ci ha pensato il giornalista del New York Times, Ben Rothenberg.

La fuga dalla Russia

Assieme al tennista di San Francisco è risultata positiva anche la moglie Abbie e il figlio Ford, di 8 mesi. Il torneo prevede una quarantena nell’hotel dove alloggiano i giocatori, ovvero il Four Season di San Pietroburgo. Al secondo giorno di isolamento Sam riceve una chiamata da un ufficio della sanità russa che lo avverte che la sua famiglia sarebbe stata visitata da un medico e, in caso di presenza di sintomi, sarebbero stato costretti al ricovero forzato in ospedale, iter previsto dalla Russia anche in caso di sintomatologia lieve. Sempre stando alla ricostruzione del Nyt, la famiglia Querrey, che effettivamente presentava dei sintomi, non ha voluto rischiare il ricovero e la separazione da un bambino così piccolo lontana da casa e con tutte le criticità del caso. Così Sam, sponsorizzato in passato da un’azienda di jet privati, ha prenotato un volo per scappare dalla Russia verso uno Stato vicino che non richiede un test negativo per l’ingresso. Non è dato sapere il nome della sua destinazione.

Quello che si sa è che l’ATP ha diramato un comunicato che spiega come il comportamento di un giocatore “ha messo a rischio tutto il protocollo per lo svolgimento dei tornei e potrebbe avere ripercussioni sullo svolgimento del Tour”. Sono, dunque, in arrivo multe e procedimenti disciplinari. Intanto oggi Sam trascorre la sua quarantena in un Airbnb di una nazione a noi sconosciuta.

Highlights | Sam Querrey - Andrey Rublev

ATP, San Pietroburgo
Le semifinali sono Rublev-Shapovalov e Coric-Raonic
16/10/2020 A 20:30
ATP, San Pietroburgo
Tennis, Sinner e Berrettini all'ATP 500 di San Pietroburgo
24/09/2020 A 10:51