Una parola su tutte: devastante. Lorenzo Musetti domina letteralmente l’ottavo di finale dell’ATP di Sardegna 2020 contro Andrea Pellegrino (n.292 del mondo), giocatore proveniente dalle qualificazioni, imponendosi per 6-2 6-1 in un ora di gioco. Un match accompagnato da non poca tensione quello dell’azzurrino, ricordando il caso positivo al Covid-19 di Fabio Fognini e la disputa del doppio formato da Lorenzo e da Fabio. Di fatto, il ragazzo nativo di Carrara ha potuto giocare e a 18 anni e 7 mesi si è regalato il primo quarto di finale in carriera di un torneo ATP (primo 2002 a riuscirci). Ad attenderlo ci sarà il tedesco Yannick Hanfmann (n.101 del mondo), che a sorpresa ha sconfitto la testa di serie n.3 del tabellone Casper Ruud (n.25 del mondo), semifinalista a Roma, con un netto 6-2 6-1. Un incrocio impegnativo per Lorenzo che se la vedrà contro un giocatore che l’ha sconfitto in stagione a Todi. Da quel momento, l’azzurrino ha vinto 18 incontri degli ultimi 22 disputati, centrando il nuovo best ranking di n.134.

Tennis
La storia di Laurent Lokoli: "Il tennis mi ha salvato la vita"
25 MINUTI FA

PRIMO SET – Dopo un avvio equilibrato, Musetti cambia passo nel quarto gioco, strappando a zero la battuta a Pellegrino. Gioca con grande scioltezza Lorenzo, disegnando il campo con traiettorie difficilmente leggibili dal suo avversario. Sono solo quattro i quindici persi dal 18enne tricolore, al cospetto di un Pellegrino che deve concedere il secondo break nell’ottavo gioco, travolto dal “fiume in piena” di Carrara. Il 100% di punti ottenuti (11/11) con la prima di servizio e il 56% di quindici conquistati contro la prima in battuta del rivale sono tra gli aspetti caratterizzanti della prima frazione di Musetti.

SECONDO SET – Nel secondo parziale lo spartito non cambia. Lorenzo dilaga letteralmente, centrando due break in rapida successione nel secondo e quarto game e annullando l’unica palla break della sua partita nel terzo. Superato quel piccolo momento di difficoltà, la partita è in discesa e Pellegrino quantomeno conquista il “game della bandiera” prima di alzare bandiera bianca sullo score di 6-1 al cospetto di un giocatore sensibilmente più forte. Per l’azzurrino 2 ace, l’82% dei punti vinti con la prima di servizio e il 61% con la seconda. Per oggi, può bastare…

Musetti campione Junior a Melbourne nel 2019: rivivi il match point e le lacrime

Avanti anche Cecchinato

Bel successo anche per Marco Cecchinato all’ATP Sardegna 2020, che supera in due set Tommy Paul, numero 7 del seeding, e rientra virtualmente nella top 100 mondiale. Un match condotto perfettamente dall’azzurro, che nel 7-6 6-4 in 90 minuti è ottimo al servizio (65% dei punti vinti con la prima, addirittura 90% con la seconda) e approfitta di un dritto alquanto difettoso del suo avversario. Ora ai quarti uno tra Albert Ramos-Vinolas e Corentin Moutet.

PRIMO SET – Cecchinato comincia subito a spingere ogni scambio, riuscendo a indirizzare il match dalla sua parte. Nei primi tre game vince 12 dei primi 14 punti e va subito sopra 3-0. Paul però alza il proprio livello di gioco, prolungando costantemente gli scambi. L’azzurro resiste arrivando a servire per il set, ma nel momento catartico sbaglia parecchio provando a uscire dalla diagonale di rovescio: quattro errori e l’americano recupera il break. Si arriva al tie-break, ma il numero 7 del tabellone riprende a sbagliare tantissimo di dritto e regala il set a Marco, chiudendo per 7-1

SECONDO SET – Paul sembra ancora scosso ed è impreciso. Il primo game sembra a suo favore, ma Cecchinato non molla e da sotto 40-15 si prende il break. Cecchinato ha un ottimo rendimento in battuta e non sembra tremare mai al servizio, mentre Paul è parecchio incostante nel dritto. Marco arriva anche a due punti dal match nel turno in battuta dell’avversario, ma in qualche modo l’americano si salva. Il servizio però viene in aiuto al siciliano, che batte in maniera perfetta e si porta a casa il match.

Cecchinato is back! Il meglio del successo su De Minaur in 180 secondi

Tennis
Sinner e Musetti guidano i 'teen' del tennis italiano
21 ORE FA
ATP, Colonia
Tennis, ATP Colonia: Jannik Sinner affronterà James Duckworth
IERI A 13:17