Paolo Lorenzi è stato eliminato agli ottavi di finale dell’ATP di Shenzhen (Cina). L’italiano è stato superato dal giovane cinese Zhizhen Zhang (n.495 ATP) con il punteggio di 4-6 6-3 7-6 dopo 2 ore e 31 minuti di partita. Un match molto equilibrato deciso da pochi punti nel quale il servizio è stato predominante. Abile Zhang nel 2° e 3° set ad essere incisivo nel momento del bisogno piegando il tennista nostrano a cui è mancata la giusta incisività alla risposta.
Nel primo set entrambi i giocatori fanno molto affidamento sul servizio con il cinese che addirittura realizza 9 ace contro i 3 dell’azzurro. Tuttavia, Lorenzi è bravo a sfruttare alla perfezione l’unico vero passaggio a vuoto del proprio avversario nel settima game quando, sotto 15-40, riesce a strappare la battuta a Zhang ai vantaggi. Paolo non trema dinnanzi alla reazione dell’asiatico mettendo in mostra un tennis solido, privo di incertezze, maggiormente efficace quando gli scambi si fanno lunghi. Una buona percentuale, poi, di efficienza al servizio (70% dei punti ottenuti) dà modo all’italiano di far proprio il parziale sullo score di 6-4.
Nel secondo set la partita procede sul filo dell’equilibrio ed è sempre il fondamentale della battuta ad eccellere da ambo le parti. Tuttavia il n.495 del mondo accresce la pericolosità da fondo, trovando la misura dei propri colpi e mettendo maggiormente in difficoltà Lorenzi quando è costretto a ricorrere alla seconda di servizio. E’ un po’ quel che accade nell’ottavo game: il padrone di casa riesce ad avere la meglio, ottenendo il break dopo essersi salvato nel gioco precedente. Uno strappo decisivo, valso il successo della frazione per 6-3.
US Open
Lorenzi lotta come un leone, ma alla fine si arrende ad Anderson
03/09/2017 A 20:13
Nel terzo set i due contendenti alzano il proprio livello per cercare di chiudere la pratica. Dopo aver annullato una palla break in apertura, il senese subisce il break nel terzo game piegato dai colpi pesanti del rivale. Il n.39 del mondo però non ci sta e con la sua canonica determinazione recupera, controbreakando nel sesto gioco e dimostrando di esserci ancora mentalmente. L’azzurro sembra avere un vantaggio psicologico e si costruisce due break point sul 4-3. Grazie però a due servizi vincenti Zhang pareggia il conto 4-4. L’epilogo è al tie-break ed il cinese si rivela più lucido nella gestione dello scambio imponendosi 7-4.
giandomenico.tiseo@oasport.it
US Open
Capolavoro Lorenzi: batte Fabbiano e si regala il 1° primo ottavo slam in carriera!
01/09/2017 A 15:11
ATP Cup
Il sorteggio: l'Italia pesca Russia, Australia e Austria
UN' ORA FA