Jannik Sinner torna in un luogo gradito. L’altoatesino si ripresenta a meno di un anno di distanza dalla sua prima affermazione a Sofia sul cemento bulgaro per confermarsi campione e in qualità di testa di serie n.1 del torneo ATP. Ne è passata di acqua sotto i ponti e Jannik ha potuto arricchire il proprio bagaglio agonistico grazie ai successi nell’ATP 250 di Melbourne e nel torneo 500 di Washington, senza dimenticare la Finale raggiunta nel Masters1000 di Miami, il più giovane italiano di sempre a centrare un obiettivo del genere in un evento di questa tipologia.
Le motivazioni non mancano. L’altoatesino farà il suo esordio a partire dal secondo turno, confrontandosi con il bielorusso Egor Gerasimov. Una partita non impossibile, considerando che lo storico sorride al classe 2001 del Bel Paese: nell’unico precedente, Sinner si è imposto a Barcellona anche se sulla terra rossa.
Wimbledon
Sinner ci ha preso gusto: Isner liquidato, agli ottavi Alcaraz
12 ORE FA
"Quando vinci il primo torneo è sempre speciale e per me tornare qui ha questi connotati. E’ fantastico se penso a quello che ho provato nel 2020. In questa stagione le sensazioni sono diverse, visto che ho affrontato un percorso molto lungo prima di arrivare a questo punto. Sono qui per difendere quanto ho conquistato l’anno passato", le parole dell’azzurro riportate dal sito ufficiale dell’ATP.

Sinner: "Orgoglioso del mio torneo, ora un po' di pausa"

Wimbledon
Sinner fa impazzire il pubblico: fulmina Ymer con il diritto in corsa
29/06/2022 A 19:04
Wimbledon
Sinner c'è e regola Ymer in 4 set: ora Isner
29/06/2022 A 15:10