Da lunedì sarà n° 9 nel mondo e le chance di andare alle ATP Finals, con Parigi-Bercy alle porte, è sempre più vicina, la sconfitta in rimonta nella semifinale dell’ATP 500 di Vienna contro Frances Tiafoe però non è andata giù a Jannik Sinner che nella conferenza stampa post partita attacca il rivale per certi atteggiamenti un po’ troppo sopra le righe.
Questa volta ha davvero esagerato. Già fin dall'inizio, al cambio campo commentava il mio servizio. Io non ho risposto. Forse devo imparare a fronteggiare diversamente questi atteggiamenti, magari dovevo parlare. Non so, di sicuro mi ha tirato addosso tre volte, si è buttato in terra quando ho fatto punto, il "cinque" al pubblico... Francamente troppo.
Molto più freddo e concentrato sul proprio gioco, Jannik Sinner non sa se d’ora in avanti continuerà a comportarsi così oppure no.
ATP, Vienna
Punto magico di Sinner, Tiafoe simula di lanciargli la racchetta
30/10/2021 A 16:58
Io non sono uno che ha reazioni eccessive, che spacca racchette. Le racchette sono il nostro strumento di lavoro, una volta che le rompi poi con cosa giochi? E poi non sarebbe rispettoso, perché ci sono persone che una racchetta non se la possono nemmeno permettere”.

"Non mi posso lamentare ma lasciare 100 punti per strada è un dispiacere"

Il rimpianto è per i punti lasciati indietro, che gli avrebbero permesso di superare Ruud nella ricorsa alla FedEx Race di Torino: “Se guardo lucidamente la situazione, non posso lamentarmi per queste ultime settimane ma ho lasciato 100 punti, è vero che c'è Parigi, ma lì ci sono tutti e sarebbe stato importante prendere un po' di vantaggio. Prendo il buono e cerco di rilassarmi che ci aspetta un'altra settimana impegnativa”.

Sinner: "Mi sentivo alla grande, ora vediamo gli altri tornei"

ATP, Vienna
Tiafoe fa lo show, Sinner si arrende sul più bello
30/10/2021 A 13:15
Australian Open
Sinner batte De Minaur in 3 set: due italiani ai quarti di finale
21 ORE FA