Da Anversa a Vienna, cambia poco: Jannik Sinner c’è e prosegue il suo tour indoor per i palazzetti del tennis europeo. Dopo la vittoria all’ATP 250 settimana scorsa in Belgio, Jannik parte fortissimo anche questa settimana a Vienna, dove il torneo austriaco di punti ne mette in palio ben 500.
Nell’esordio insidioso contro Reilly Opelka Sinner mette in scena una delle sue migliori prestazioni dell’anno in risposta, giocando un match al limite della perfezione. Dal punto di vista tattico per affrontare il ‘big-server’ americano, Sinner era già stato chiaro nella conferenza stampa dopo la vittoria ad Anversa: “Non dovrò fare cagate al servizio”. Testuale. Non solo, oggi, non ne ha combinate; ma ha sfruttato come un veterano di lunga data qualsiasi occasione costruita sul servizio dell’americano. Sinner ha infatti trovato 3 game eccellenti in risposta nel corso della partita, è in tutte e 3 le occasioni è riuscito a portar via ad Opelka la battuta.
ATP Finals
Medvedev vince, ma Sinner reagisce: il russo chiude imbattuto
18/11/2021 A 19:15
Non un dettaglio da poco. Un match ad ‘altissima concentrazione’ per Sinner, che oltre a strappare il servizio al proprio avversario ha praticamente giocato sempre e solo con la prima lungo l’arco della partita.
Ne è venuto fuori così un sostanziale no-contest: 6-4 6-2 in un’ora e tre minuti a favore del tennista azzurro, rapido ed efficiente nel trovare così, senza particolari fatiche fisiche, il passaggio al secondo turno contro il padrone di casa Dennis Novak.
Un successo importantissimo per Sinner perché gli permette di rispondere alle vittorie di Ruud e Norrie – diretti concorrenti alle ATP Finals – registrate ieri; e di accedere a una partita, contro il tennista austriaco, dove è ampiamente favorito.
Un eventuale successo porterebbe Sinner ai quarti di finale per un match da segnare già con il circoletto sul calendario: da lì arriverà uno tra Casper Ruud o Lorenzo Sonego.

Avanti anche Sonego: ora c'è Ruud

Sonego infatti ha sconfitto con un netto 6-4 6-3 il lucky loser Koepfer, centrando dunque anche lui il passaggio al secondo turno contro un Ruud. Sonego, che l’anno scorso qui mise in scena un cammino incredibile arrivato fino alla finale, giocherà chiaramente per sé stesso ma un po', in qualche modo, anche per Sinner: dovesse infatti fermare la corsa del norvegese già agli ottavi, permetterebbe a Sinner – in caso ovviamente di vittoria su Novak – di rosicchiare ulteriore terreno nella corsa a Torino.

Sinner: "Mi sentivo alla grande, ora vediamo gli altri tornei"

ATP Finals
Sinner sfida Medvedev a Torino, quando e dove vederla
17/11/2021 A 10:12
ATP Finals
Sinner demolisce Hurkacz a Torino: tutto il meglio in 4 minuti
17/11/2021 A 06:36