Una situazione decisamente caotica quella che si è venuta a creare nel tennis negli ultimi giorni, a proposito di aggiornamento del ranking ATP e di punteggi prima da togliere e poi invece da non scalare.

I punti delle ATP Finals 2019 hanno generato, infatti, non pochi problemi questa settimana. Dopo un primo annuncio in cui si affermava che i punti del Master dell’anno passato sarebbero stati detratti dopo il torneo di Sofia (Bulgaria), ora la situazione è cambiata. Non solo non ci sarà questa detrazione agli otto giocatori che hanno partecipato all’evento del 2019 (Novak Djokovic, Rafael Nadal, Dominic Thiem, Roger Federer, Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas, Alexander Zverev e Matteo Berrettini), ma la regola citata è stata letteralmente rimossa.

ATP Finals
Nadal, questa volta lo show paga: Rafa in semi con Medvedev
19/11/2020 A 22:41

Pertanto, i tennisti che hanno preso parte alla competizione a Londra di 12 mesi fa non perderanno punti e quelli che partecipano all’edizione di quest’anno potranno aggiungerne alla loro classifica solo se faranno meglio dell’anno passato. In buona sostanza, lo stesso ragionamento adottato per gli altri tornei di questa particolarissima stagione.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Sinner, il campione italiano più giovane: tutti i suoi record

Tennis
Volandri: "Jannik Sinner, serve calma. Diamogli tempo"
25/11/2020 A 08:30
Tennis
Djokovic e Rublev sono i più vittoriosi nel 2020
24/11/2020 A 14:07