Niente da fare per Jo-Wilfried Tsonga che ha ufficializzato in giornata la sua rinuncia a disputare i prossimi Australian Open (che si disputeranno a partire dall'8 febbraio). Il numero 62 del ranking è alle prese con un infortunio al bacino che lo ha costretto a dire addio alla stagione 2020 già nel settembre scorso. Aveva recuperato dal ko, ma non ha ricevuto semaforo verde dal suo staff per attivare la preparazione in vista dello Slam australiano. È la terza rinuncia in pochi giorni, dopo quelle di Roger Federer e di Lucas Pouille. Quella di Tsonga permette così ad Andreas Seppi di entrare nel tabellone principale senza passare dalle qualificazioni.

Il comunicato di Tsonga

Australian Open
La prima volta senza Roger Federer agli Australian Open
29/12/2020 A 15:24

Nonostante i grandi progressi degli ultimi mesi, non sono ancora in grado di giocare e, d’accordo con lo staff medico, non potrò partecipare agli Australian Open. Non vedo l’ora di tornare su un campo di tennis, ma devo essere paziente. Non andare in Australia quest’anno è un colpo al cuore

Seppi c'è: ottavi di finale il miglior risultato in Australia

C'è spazio quindi per il 36enne Andreas Seppi, numero 106 del mondo, che agli Australian Open è giunto in quattro occasioni agli ottavi di finale. L'ultima volta nel 2018, dove fu sconfitto in quattro set da Edmund.

🎙 Seppi si racconta: “Vi spiego le differenze tra Federer, Nadal e Djokovic”

Tennis
Fognini vuole ripartire: "Giocherò ancora per almeno tre anni"
28/12/2020 A 13:41
Australian Open
Sonego testa di serie a Melbourne con l'assenza di Federer
28/12/2020 A 08:34