Sono passati due anni e nel tennis sono un'eternità. Camila Giorgi, al secondo turno degli Australian Open 2019, batteva 6-2 6-0 una ragazzina promettente di nome Iga Swiatek. Quella ragazza di strada ne ha fatta parecchia ed è la campionessa in carica del Roland Garros: oggi si gode la rivincita con un 6-2 6-4 che spedisce lei, da pronostico, al terzo turno dove sfiderà la francese Ferro. Di scambi se ne vedono pochi ma, dopo il primo game, Giorgi subisce un parziale di 0-5 che compromette il primo set. Sono troppi gli errori dell'azzurra, soprattutto con il colpo per lei da sempre più sicuro: il rovescio.

Giorgi, che bellezza il rovescio lungolinea

D'altronde, Camila Giorgi non può mettersi in trincea a remare. Non vuole essere aggredita, vuole essere lei a spingere e così prende troppi rischi. Il risultato è un 6-2 fin troppo severo visto anche lo 0 su 3 sulle palle-break che la condanna a fronte del 2 su 3 della polacca.
Australian Open
Sara Errani al terzo turno! Venus, infortunata, si arrende
10/02/2021 A 06:49

Camila Giorgi - Australian Open 2021

Credit Foto Getty Images

Il secondo set ha una storia diversa perché la tennista di Macerata rimonta da 0-2 a 3-2 e ha due chance per il 4-2. Swiatek comincia a perdere certezze e a scricchiolare con il dritto, ma le cancella ribaltando nuovamente l'inerzia. La campionessa del Roland Garros spinge al massimo e non lascia più rientrare la sua avversaria: finisce 6-2 6-4 in un'ora e 20 minuti. Decisivi il rendimento al servizio, il computo delle palle-break e gli errori non forzati (17 a 31) a decretare la sconfitta di Camila Giorgi.

Giorgi saluta Melbourne: la vendetta di Swiatek in 200 secondi

Australian Open
Serena Williams sul velluto, cadono Andreescu e Kvitova
10/02/2021 A 01:36
Tennis
Swiatek: "Se non sfondo mi iscrivo al college"
25/10/2020 A 10:19