Alexander Zverev non ha mai battuto un Top 10 negli Slam. Bisogna partire da qui, da un limite mentale, prima ancora che tecnico, non di poco conto per analizzare la conquista della nona semifinale di Novak Djokovic agli Australian Open (80esimo successo in carriera a Melbourne). Colui che della forza mentale ha fatto un marchio di fabbrica per trionfare 17 volte nei major ha trovato dall'altra parte un tennista troppo fragile. A proposito, quando ha superato i quarti il Djoker ha sempre vinto il torneo.
Zverev sceglie di rispondere e ottiene subito il break. Gli scambi sono pochi e questo favorisce il tedesco mentre Djokovic annulla un set-point sul 5-3. E' il primo snodo del match perché il serbo alza il livello del suo gioco, allunga i quindici e manda fuori giri il suo avversario per riacciuffare il primo parziale. Il tie-break è anomalo con sei punti su otto contro il servizio ma è Zverev a spuntarla per 8-6 dopo 59 minuti.
Australian Open
Favola Karatsev: dalle qualificazioni alla semifinale. Dimitrov ko
16/02/2021 A 06:51

Djokovic è una furia: errore e racchetta in frantumi

La reazione del campione non si fa attendere e Zverev paga un rilassamento che gli costa un 6-2 nel secondo set in 29 minuti: il serbo con 10 vincenti e due gratuiti rimette le cose a posto. E' il terzo parziale quello decisivo e il tedesco scappa via fino al 4-1: nell'occasione cancella una palla-break prendendo la riga e sfodera un ace di seconda.

Djokovic, recupero a una mano: il punto più bello del match

Djokovic urla, massacra la sua racchetta e ribalta il ragazzo di Amburgo con irrisoria facilità. Zverev si scioglie sul più bello, regala il contro-break in uno sciagurato settimo game e crolla con un parziale di 20 punti a 4 per l'otto volte vincitore degli Australian Open. Morale? Sotto 1-4 e 0-30 il numero 1 del mondo s'impone 6-4 senza neanche brillare più del necessario.

Djokovic batte Zverev facendo più ace di lui: 23 a 21

Il quarto set è un film già visto. Zverev sale 3-0, ha tre palle del 4-0 ma viene ripreso. Nell'ottavo game Djokovic con due grandi smorzate fa sfumare le due chance di 5-3 per il tedesco, in versione tergicristallo, dimostrando che in una gara di testa non può esserci partita.

Djokovic, 80 successi a Melbourne: il match con Zverev in 200''

Il game migliore di Zverev è il dodicesimo con una rimonta da 40-0 e un set-point neutralizzato dal Djoker con un ace. Questo dice molto sulla sfida odierna: alla fine del match saranno 23 gli ace del serbo contro i 21 del tedesco a fotografare i miglioramenti in questo fondamentale del primo e l'inferiorità del secondo sul colpo in cui era sicuro di essere avvantaggiato. Il finale è 6-7(6) 6-2 6-4 7-6(6) in tre ore mezza e Novak Djokovic raggiunge in semifinale, la 39esima in uno Slam, la rivelazione del torneo: Aslan Karatsev.
Nonostante continui a parlare dell'infortunio, il serbo fin qui non ne ha risentito: il cerotto strappato dopo il primo set e il recupero a una mano da uomo di gomma nel quarto sono due indizi. Per avere la prova definitiva dovremo aspettare giovedì, quando il russo dovrà mettere in campo i 18 set vinti negli Slam in carriera contro il giocatore che ambisce al 18esimo trionfo in un major. Visto così, il confronto sembra piuttosto impari.

Djokovic: "Ci stiamo infortunando perché non ci alleniamo"

Australian Open Maschile
Nadal rassegnato: "Slam vinti in carriera? Djokovic può battere tutti"
IERI A 16:15
Australian Open
Papà Djokovic: "Perché Nole a queste condizioni non farà l'Aus Open"
30/11/2021 A 08:41