Nick Kyrgios e Novak Djokovic non si amano. Per trovare le origini di questa faida, abbiamo aperto gli archivi e ripercorso ogni episodio del "beef" - come lo chiamano gli anglosassoni. Il disprezzo della stella australiana per l'otto volte vincitore dell'Australian Open è nato un paio di anni fa, con una frase nel podcast di Ben Rothenberg No Challenges Remaining.
Djokovic vuole essere amato da tutti, non posso sopportarlo
"È come se avesse l'ossessione di voler essere apprezzato. Vuole solo essere come Roger [Federer]", ha detto Kyrgios. "Tutta questa celebrazione che fa al termine delle partite è imbarazzante".
Australian Open
Order of play Day 5: big match Thiem-Kyrgios alle 9
11/02/2021 A 11:26
Australian Open in Live-Streaming, offerta speciale! Un mese a 0.99€

"Sei meglio di Djokovic"

Qualche mese dopo le parole nel podcast, durante la pandemia l'attenzione di Kyrgios è tornata sul numero 1 al mondo. In una instagram-live con Andy Murray, Nick ha detto: "Sei troppo bravo. Te l'ho già detto... dovresti avere una delle carriere migliori di sempre. Te l'ho detto molte volte. Onestamente, penso che tu sia meglio di Djokovic. Le persone diranno che Djokovic ha vinto tanti Slam, ma lui giocava a dodgeball con il mio servizio. Non poteva rispondere. Tu invece cercavi di tirare un vincente".
Murray, essendo decisamente più diplomatico dell'amico, ha risposto: "Beh, i risultati probabilmente suggerirebbero il contrario."

L'episodio dell'Adria Tour

Dopo questa conversazione, l'Adria Tour è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso di Nick. L'australiano ha definito la scelta di Djokovic come una decisione molto stupida. Ha twittato un video scrivendo "quello che ho visto è di gran lunga peggiore di ogni mio comportamento irresponsabile o stupido".
E quando il padre di Djokovic - Srdjan - ha difeso suo figlio, Kyrgios ha risposto "non cambiate argomento tentando di scaricare la colpa sugli altri".

Una caccia alle streghe

Pur non facendo riferimento a Kyrgios, Djokovic ha risposto dicendo che le critiche - in seguito allo scoppio del coronavirus e alla conseguente cancellazione dell'Adria Tour - erano paragonabili ad una caccia alle streghe. "Ultimamente ho sentito solo delle critiche", ha detto il numero 1 al mondo.
È come se fosse una caccia alle streghe per colpire qualcuno, come se la persona più influente dovesse prendersi la colpa di tutto quanto.

Per quanti anni dovrei essere squalificato?

E dopo qualche periodo di pausa, la squalifica di Nole agli US Open - per aver colpito con una pallina la giudice di linea - ha permesso a Nick di rincarare la dose. Il tennista oceanico ha creato un sondaggio su Twitter chiedendo per quanti anni sarebbe stato squalificato se avesse commesso una cosa simile. La risposta? 20 anni.
Djokovic si è sforzato di non partecipare al battibecco, almeno pubblicamente. Tuttavia, proprio alla vigilia dell'Australian Open, il numero uno al mondo è tornato sulla bocca di tutti chiedendo all'organizzazione cose come: cibo migliore, più attrezzature per il fitness nelle stanze e meno tempo in isolamento.

Djokovic è un idiota

Il premier della Victoria Daniel Andrews ha fermamente escluso di fare eccezioni alle regole di quarantena per i giocatori; mentre Kyrgios ha semplicemente definito il serbo "un idiota".

Tecnicamente è il nostro LeBron James

Tuttavia, dopo tutte le critiche, Kyrgios è tornato sui suoi passi definendo il serbo come il LeBron James del tennis. "[Djokovic] è uno dei leader del nostro sport. Tecnicamente è il nostro LeBron James, nel modo in cui deve essere un esempio per tutti i giocatori di tennis", ha detto Kyrgios alla CNN. "Ha sbagliato a comportarsi in quel modo durante la pandemia".

Non ho molto rispetto per lui

Ma proprio quando la faida sembrava placarsi, Djokovic è tornato sull'argomento durante una conferenza stampa pre-Australian Open. "Il mio rispetto va a lui per il tennis che sta giocando. Penso che sia un ragazzo di grande talento".

Wilander: "Kyrgios? Djokovic vorrebbe mettere fine alla polemica"

"Ha dimostrato di avere le qualità per battere tutti quanti. Ma fuori dal campo non ho molto rispetto per lui".
Quindi Kyrgios ...

Nole è veramente una persona curiosa

Provocato dalle parole del serbo, ovviamente Kyrgios ha risposto. "Nole è veramente molto strano. Ho letto i suoi commenti. Ha detto che non mi rispetta fuori dal campo. Avrebbe avuto molto più senso se avesse detto che non mi rispetta in campo, per via di alcune cose sul campo che ho fatto in passato".

Kyrgios: "Non ho tempo per Djokovic, festeggiava in pieno Covid"

Non sono sicuro che possa dire che non mi rispetta fuori dal campo. Durante la pandemia mi sono comportato benissimo.
"Ero in giro a consegnare cibo a tutte le persone non potevano averne. Ero estremamente attento a quello che stavo facendo. Non volevo diffondere il virus. Adesso sto donando dei kit per pasti alle persone che hanno bisogno di cibo. Quindi è molto strano per me che dica cosa come: non ho rispetto fuori dal campo. In realtà faccio molto fuori dal campo".
"Novak è una persona molto strana. È un super giocatore di tennis, ma sfortunatamente stava facendo festa senza la maglietta durante la pandemia. Questa è una cosa abbastanza grave per me".

Quindi, cosa dobbiamo aspettarci?

La coppia è pronta per uno scontro in semifinale, se entrambi dovessero arrivare così lontano. Tuttavia, prima del campo ci sono tante conferenze stampa quindi aspettiamoci nuovi sviluppi.

Kyrgios fa e disfa: la rimonta su Humbert in 200 secondi

Tokyo 2020
Djokovic: "Spero di non avere conseguenze in vista degli US Open"
IERI A 13:45
Tokyo 2020
CARRENO DI BRONZO, DJOKOVIC SENZA MEDAGLIA: GLI HIGHLIGHTS IN 300''
IERI A 09:30