Rafa Nadal finisce la sua settimana di routine agli Australian Open superando tre turni che non ci hanno mostrato la vera faccia del mancino di Manacor. Djere, Mmoh e Norrie non potevano rappresentare una minaccia, ma il vero Rafa dovrà alzare il livello in vista del match che noi italiani volevamo: quello con Fabio Fognini, l'unico capace di rimontarlo da uno svantaggio di due set a zero oltre a Roger Federer (lo svizzero a Miami nel 2005, il ligure agli US Open nel 2015). Per lo spagnolo sarà l'ottavo di finale numero 49 su 61 partecipazioni Slam.

Norrie, passante lungolinea: Nadal approva

Nadal parte lento e subisce il break nel quinto gioco: la reazione arriva con contro-break a zero immediato ma la testa di serie numero 2 è imballata e sbaglia parecchio rispetto ai suoi standard. Al campione dell'edizione 2009 basta comunque qualche scambio lungo per il 7-5 che indirizza la sfida.
Australian Open
Fognini di lusso: De Minaur surclassato e ottavi con Nadal
13/02/2021 A 09:58

Nadal, il match point contro Norrie: Rafa non perdona

Nel secondo parziale, Norrie si salva inizialmente al servizio ma subisce il cambio di ritmo del giocatore più forte in campo: un'accelerazione sul piano fisico è sufficiente per passare dal 2-2 al 6-2. Il britannico insiste troppo dalla parte del rovescio di Nadal e con la seconda raccoglie le briciole (a fine match appena il 23% dei punti).

Nadal aspetta Fognini: "Ha tanta fame, ma io sono pronto"

Nel terzo set, Nadal si arrabbia perché vorrebbe un allungo che non trova. Sul 4-3 c'è una pausa a causa della pioggia che cade su Melbourne e che rende il campo pericolosamente scivoloso. Norrie resta aggrappato a quel che gli resta e alla fine il mancino di Manacor non corre rischi: 7-5 6-2 7-5 in due ore e 14 minuti. Ora, però, inizia il suo torneo e quel terzo turno degli US Open contro Fabio Fognini - ultimo precedente negli Slam tra i due (1-1 il bilancio complessivo nei major) - dà pepe al pronostico. Insomma, servirà il vero Rafa contro Fognini, non quello visto fin qui con il freno a mano tirato.
Australian Open
Berrettini vince la guerra dei tie-break: ottavi con Tsitsipas
13/02/2021 A 06:31
Australian Open
Psicodramma Medvedev: Krajinovic si arrende solo al 5° set
13/02/2021 A 05:34