Di potenza, controllo e notevole continuità, Matteo Berrettini batte il trentenne spagnolo, numero 21 del ranking ATP, Pablo Carreno Busta con un 7-5 7-6 (4) 6-4 più netto di quanto dica il punteggio. Ormai abilissimo nell’adattarsi all’avversario, il tennista italiano resetta subito le cinque fatiche con Alcaraz regolando un altro iberico, ma di età e attitudini diversissime da quelle sfrenate del teenager affrontato al terzo turno.
Pablo Carreno Busta - specialmente celebre per esser stato dall’altra parte della rete quando, a New York, Djokovic s’è fatto squalificare tirando sulla giudice di linea - è un regolarista che sbaglia poco, gran manovratore che rema bene da fondo e per questo de'esser forzato all’errore, anche ricorrendo al back… O va abbattuto a raffiche di ace e prime e dritti vincenti.
Non cattura gli occhi, non accelera: Carreno Busta se la gioca alla Bruguera di dritto a sventaglio, senza essere terraiolo ma pur sempre “tirandotela indietro”, e inizia bene con due turni di battuta a zero, variando molto la prima di servizio. Berrettini registra invece qualche difficoltà in ricezione, non riesce a leggere la battuta per anticiparla, ma il suo primo punto in risposta è già bellissimo: un passante in corsa, spalle alla rete e a polso fermo.
Australian Open
Dritto al cuore: la vittoria emotiva di Matteo Berrettini
21/01/2022 A 16:20

Berrettini "alla Federer": passante di rovescio da paura

Nel settimo game, Berrettini fa la prima crepa da 0/30, ma dovrà attendere l’undicesimo per le prime chance (0/40) con due baci al nastro e il primo break (a zero) servendo per il set senza fallire, con 4 ace tirati contro una palla del contro-break: 7-5.
Berrettini cavalca l’onda e va subito 0/40 anche inizio secondo set, ma Carreno non è ancora alle corde e rimonta, pur cedendo gradualmente ritmo nello scambio. Di palla break ne arriva un’altra nel nono game, ma ancora lo spagnolo s’aggrappa a ogni risorsa residua, inerme invece sulle cannonate al servizio di Berrettini. Matteo corre gli unici brividi del set su uno 0/30 del dodicesimo game rimontato a colpi di mortaio, con un bel vincente giocato in corsa a rete. Ultimi brividi perché il tie-break è casa sua, una casa piena di comodini: 7-6 (4).
Nel quarto game del terzo set, Carreno Busta lotta 7 minuti per difendere la battuta e decide che è il momento di stralciare i piani, lasciando andare il braccio alla meglio negli scambi. L'inerzia è però tutta e fatalmente dalla parte di Berrettini che, strappando il break nell'ultimo game, vince 7-5 7-6 (4) 6-4 in 2 ore e 22 minuti.

Berrettini si divora Carreno Busta in tre set: gli highlights

Riavà Gael Monfils, come nella bellissima e indimenticabile notte a Flushing Meadows in cui, battendolo al tie-break del quinto, centrò la sua prima semifinale Slam. Erano le mille luci di New York e oggi, dall'altra parte del mondo, Berrettini è già in un'altra dimensione.

Monfils regola anche Kecmanovic, gli highlights

ATP, Queen's
Berrettini campione: gli highlights della finale con Krajinovic
19/06/2022 A 16:47
ATP, Queen's
Berrettini: "Vincere dopo l'operazione è incredibile, troppe emozioni"
19/06/2022 A 14:54