Dopo Matteo Berrettini, Jannik Sinner è il secondo azzurro a raggiungere gli ottavi di finale degli Australian Open 2022. Per farlo, l'altoatesino ha faticato, e non poco, contro il qualificato giapponese Taro Daniel che per un set e mezzo ha giocato il suo miglior tennis. Alla fine il n° 120 del mondo (che aveva battuto tre italiani, Moroni, Arnaboldi e Caruso e Murray nel main draw) si arrende alla classe del 20enne di Sexten: 6-4 1-6 6-3 6-1 in quasi tre ore di gioco. L'allievo di Riccardo Piatti raggiunge la seconda settimana dell'Happy Slam per la prima volta in carriera: ad attenderlo la terza sfida in carriera con De Minaur (i precedenti dicono 2-0 Sinner alle Next Gen di Milano e a Sofia).

Sinner-McEnroe, l'azzurro apre: "Mi piacerebbe essere allenato da lui"

La cronaca del match

Roland Garros
Sinner-Rublev, sfida di lusso per i quarti di finale: quando e dove vederla
29 MINUTI FA
Primo set atipico con una partenza sprint di Jannik che con le variazioni nel servizio e i continui cambi di direzione disorienta il suo avversario: 3-0 in un amen con due break. Da qui Daniel, forse dopo aver sciolto la tensione per il miglior piazzamento in carriera in un tabellone dello Slam, si sveglia e recupera lo svantaggio, aiutandosi con la prima di servizio e qualche gratuito di troppo dell'azzurro. Sinner non si scompone, con pazienza mette di nuovo la freccia, si porta 5-3 e al cambio di campo chiude 6-4 dopo 45 minuti con un urlo liberatorio e mimando "Calma, calma" al suo angolo. Non si aspettava una reazione così rabbiosa da parte del giapponese.

Sinner, urlo liberatorio a fine 1° set: chiede calma al suo angolo

I problemi, però, si ripropongono nel secondo parziale: Daniel è una furia, Sinner è in evidente calo, soprattutto dal punto di vista mentale. Al primo turno di battuta, da 40-0, subisce il break del nipponico. Jannik non riesce a far punti con la 2ª (2/12) e l'avversario prende sempre più fiducia salendo addirittura 5-0. L'azzurro è nervoso, continua a lamentarsi col suo angolo nei cambi di campo: l'epilogo del secondo set è un netto 6-1. Tutto da rifare.

Wilander: "McEnroe-Sinner? Mi piace. John può dare fiducia a Jannik"

Daniel è in grande condizione fisica, l'altoatesino risponde tre metri dietro la linea di fondo: il linguaggio del corpo non è positivo. Si procede, senza acuti, on serve fino al 4-3, il game della svolta: Jannik accelera con il diritto incrociato, approfitta di una sassata di poco larga di Daniel e conquista a rete tre palle break. Il giapponese piazza due ace e un vincente. C'è una quarta palla break: rovescio sulla linea, niente da fare. Alla quinta, però, l'azzurro manda fuori giri il diritto dell'avversario: break quanto mai chirurgico. Salvifico. Nel gioco successivo Jannik serve per il 2-1, si fa recuperare da 40-15, ma al quarto tentativo con l'ace scaccia via le nuvole.
In apertura di quarto parziale i 6 match in 10 giorni si fanno sentire sulle gambe del giapponese. Il quarto turno è ormai in discesa per il talento di Sexten che piazza tre break e raggiunge il suo quarto ottavo di finale Slam in carriera: è il più giovane a farlo dal biennio magico di Juan Martin Del Potro 2008-09.

Sinner si perde e si ritrova, eliminato Daniel: gli highlights

Segui in ESCLUSIVA tutti i match degli Australian Open su Discovery+: abbonamento annuale a 29,90€ invece di 69,90€. Potrete seguire tutti i match da Melbourne in Livestreaming o rivederli On demand. Inoltre, tutte le emozioni degli altri eventi targati Eurosport a cominciare dalla Coppa d'Africa di calcio e ovviamente le Olimpiadi invernali di Pechino 2022.

Sinner: "A volte anch'io sono nervoso. De Minaur? Tifo contro mi carica"

Roland Garros
Sinner cinico: cancella 11 set point e vola agli ottavi
8 ORE FA
Roland Garros
Sinner ribalta Carballes Baena in quattro set: al 3° turno c'è McDonald
26/05/2022 A 16:10