L'esenzione medica concessa a Novak Djokovic continua a far discutere in Australia. Dopo le dichiarazioni del ministro degli Interni, Karen Andrews, anche il primo ministro Scott Morrison ha voluto dire la sua sulla vicenda:
"Chiunque entri in Australia deve rispettare i requisiti di frontiera. Novak Djokovic, se non è vaccinato, dovrà fornire motivazioni accettabili e prove a sostegno. Se queste prove saranno insufficienti, non sarà trattato in modo diverso da nessun altro e tornerà a casa con il primo aereo. Ci sono stati altri casi, ce ne sono stati parecchi negli ultimi due anni in cui persone hanno avuto esenzioni e hanno fornito le prove adeguate per sostenere la loro richiesta. Quello che posso garantire è che non ci saranno regole speciali per Novak Djokovic".

De Minaur scoppia a ridere: "Esenzione Djokovic? Vicenda interessante"

Australian Open
Nadal: "Djokovic? Spero possa giocare tanti tornei nel 2022"
21/02/2022 A 09:44
ll ceo di Tennis Australia, Craig Tiley, e il ministro dello Sport dello stato di Victoria, Jaala Pulford, hanno entrambi affermato che Djokovic non ha ricevuto un trattamento speciale anche se i motivi dell'esenzione ai sensi delle linee guida ATAGI (Australian Technical Advisory Group on Immunization) sono rimasti privati. Proprio per questo Tiley e Pulford hanno esortato il 20 volte campione Slam (il cui arrivo a Melbourne è in programma nelle prossime ore) a maggiore trasparenza davanti ai cittadini australiani, e al mondo intero.

Tiley: "Spetta a Djokovic spiegare i motivi dell'esenzione"

Australian Open
Djokovic: "Errore aver concesso l’intervista a L’Équipe da positivo"
16/02/2022 A 09:12
Australian Open
Djokovic: "Non sono no-vax ma non mi vaccino per gli Slam"
15/02/2022 A 07:08