Rafel Nadal è risultato positivo al Covid-19 dopo la sua partecipazione al torneo di esibizione ad Abu Dhabi. Lo spagnolo è rientrato in Spagna e dopo aver effettuato un tampone ha riscontrato di aver contratto il virus con la variante Omicron. Una situazione che crea sicuramente un problema al nativo di Maiorca in vista della preparazione al prossimo anno, con Nadal che potrebbe saltare addirittura gli Australian Open.
Una situazione che il CEO di Tennis Australia, Craig Tiley, non sta assolutamente prendendo in considerazione: “Sono sicuro che Nadal giocherà gli Australian Open”. Il numero uno del tennis australiano ha poi specificato che i giocatori positivi in queste settimane non sono a rischio per la partecipazione a Melbourne: “In caso di positività al Covid-19, ora i giocatori avrebbero tutto il tempo per recuperare e giocare gli Australian Open. In caso di positività tardiva ci sarebbero problemi e la partecipazione al torneo sarebbe altamente in dubbio”.
Australian Open
Nadal: "Se ho temuto di non tornare? Sì, tutti i giorni"
IERI A 17:02
Una situazione molto complicata per i tennisti, che stanno anche faticando a gestire al meglio la preparazione: “Il 2021 è stato complicato ma il 2022 lo sarà dieci volte più. Nel prossimo anno ci sono tante variabili e non sai come queste potrebbero influenzare il torneo e soprattutto le persone. Ogni giorno mi sveglio la mattina e aspetto tutte le notizie, positive e negative. E’ una situazione complicata, perchè se giocatori e staff condividono una stanza con qualcuno e quella persona risulta positiva, tutti in quella stanza devono isolarsi per sette giorni”.
Tiley si rivolge direttamente ai giocatori: “Il consiglio che do ai giocatori è semplice ed è quello di prendere una loro stanza. Nel 2021 ci siamo proposti di proteggere tutti i giocatori che provenivano da ambienti devastati dal virus. Nel 2022 l’obiettivo è totalmente diverso, è quello di proteggere tutti i giocatori e i fan che non sono rimasti coinvolti dalla variante Omicrón o da un’altra variante diversa dal virus. Speriamo che il torneo si svolga senza intoppi e che possiamo assistere ad un buon livello di tennis”.

Milos Raonic rinuncia agli Australian Open 2022 ed uscirà dalla Top-100

Continua il calvario di Milos Raonic. Il tennista canadese ha deciso di cancellarsi dalle entry list dell’Australian Open 2022, saltando così il suo quarto Slam consecutivo. La causa potrebbe essere il problema al polpaccio che tormenta ormai l’ex Top-10 da un anno intero e che lo condizionato notevolmente per tutta la scorsa stagione, permettendogli di giocare appena dodici partite.
In pratica il canadese aveva giocato solo nei primi mesi dell’anno (record complessivo di 7-5) e l’ultimo risultato di rilievo sono gli ottavi di finale conquistati nel Masters 1000 di Miami, dove venne sconfitto dal polacco Hubert Hurkacz, poi vincitore del torneo, battendo nell’ultimo atto Jannik Sinner.
Raonic aveva provato a tornare in campo lo scorso settembre ad Atlanta, perdendo all’esordio contro l’americano Brandon Nakashima. Da quel ko il canadese non ha praticamente fatto più avere notizie su un suo possibile rientro, cancellandosi ad ogni successivo torneo, compreso anche l’Australian Open 2022.
Rinunciando allo Slam australiano, Raonic uscirà anche dai primi cento della classifica mondiale. Il canadese perderà ben 180 punti e sprofonderà oltre la posizione numero 110. Al posto di Raonic in Australia entrerà nel tabellone principale lo spagnolo Carlos Taberner.

Nadal: “Dito medio? La signora avrà bevuto troppo gin o tequila”

Australian Open
Australian Open, recap Day 5: Berrettini, Zverev e Nadal agli ottavi
20/01/2022 A 23:54
Australian Open
Djokovic, a rischio il Roland Garros se non si vaccina
17/01/2022 A 10:51