Dopo le vittorie nel 2002 e nel 2006, la Russia si regala il terzo successo della propria storia nella Coppa Davis. A Madrid trionfa la squadra più forte in una finale vinta per 2-0 sulla Croazia. Andrey Rublev e Daniil Medvedev non hanno tradito le attese, superando entrambi in due set gli avversari Borna Gojo e Marin Cilic.
Tutto scritto, con un pronostico alla fine rispettato dalla squadra più forte, che non a caso già a inizio anno, in Australia, aveva vinto anche l’ATP Cup, format ormai con cui si confonde questa rivoluzionata Coppa Davis.
Coppa Davis
Coppa Davis 2022: l'Italia ripartirà dalla Slovacchia
05/12/2021 A 13:02
La chiave nel primo singolare, ovvero quello di Rublev e Gojo. Il croato era stato fin qui l’autentica sorpresa di questa edizione e proprio su questa partita la Croazia contava, consapevole che con un punticino poi l’eventuale doppio Mektic-Pavic avrebbe fatto il resto. Così non è stato. Rublev ha giocato una partita concentrata e nonostante la solita grande prova del sorprendente Gojo, il tennista russo non si è fatto intimidire. La vittoria in due set per 6-4 7-6 ha permesso alla Russia, di fatto, di giocare tranquilla. Il n°2 del mondo Daniil Medvedev, infatti, nel successivo singolare, ha gestito le ambizioni di Marin Cilic.
L’ex campione dello US Open 2014 ha provato a giocarsela alla pari, giocando un primo set di assoluto livello. Visto però sfuggire il tie-break per 9 punti a 7, Medvedev si è ancor più rilassato chiudendo la partita per 7-6 6-2.
Un 2-0 che ha così reso inutile la speranza doppio per la Croazia, che ha dovuto dunque lasciare spazio alla squadra con i singolaristi più forti.
Appuntamento dunque alla prossima stagione, che per l’Italia ripartirà il 4-5 marzo con lo spareggio per l’accesso alle finali contro la Slovacchia, fuori casa.

Berrettini e Sinner in Top 10: i numeri di un evento storico per l'Italia

Coppa Davis
Rublev e Medvedev non tradiscono, Russia in finale (tra i fischi)
04/12/2021 A 15:17
Coppa Davis
Djokovic trascina la Serbia in semifinale: sarà derby con la Croazia
01/12/2021 A 22:58