Disfatta a Biel (Svizzera) per il tennis italiano. Nel primo turno del World Group II di Fed Cup 2019 la selezione di Tathiana Garbin esce sconfitta dalla sfida contro la compagine elvetica, perdendo il terzo singolare della serie e consentendo alle padrone di casa di archiviare la pratica (3-0). E’ stata Belinda Bencic (n.45 del ranking) a superare con il punteggio di 6-2 6-4 in 1 ora e 20 minuti di gioco la nostra Camila Giorgi (n.28 WTA). Un match nel quale la 26enne marchigiana ha denunciato gli stessi problemi che avevano portato al ko di ieri contro l’altra rossocrociata Viktorija Golubic: troppi errori non forzati e poca continuità. E così l’Italia ad aprile dovrà giocarsi i play-out per non retrocedere ulteriormente di categoria in questa competizione. Un momento davvero complicato per il nostro gruppo che fatica a ritrovarsi.

Nel primo set le due tenniste giocano a specchio, forzando tantissimo il gioco e commettendo diversi errori. Nei primi due game arrivano infatti due break (uno per parte) a rappresentare la difficoltà nel trovare costanza nel proprio tennis. Tuttavia, quindici dopo quindici, Bencic controlla meglio lo scambio e nel braccio di ferro da fondo è quasi sempre lei a spuntarla, o meglio a non sbagliare. Giorgi, infatti, non tiene il campo con le sue accelerazioni e messa anche sotto pressione dalla rivale non esprime le proprie qualità. Arrivano due break consecutivi, frutto inoltre dei soliti doppi falli (tre nel set) che portano Camila a perdere il primo parziale sul 6-2, con percentuali troppo basse al servizio: 57% dei punti ottenuti con la prima e il 33% con la seconda.

Tennis
Notte fonda per l'Italia in Fed Cup: Camila Giorgi sconfitta dalla Golubic e Svizzera sul 2-0
09/02/2019 A 17:09

Nel secondo set la musica non cambia. Nel gioco d’apertura l’azzurra, avanti 30-15, gestisce male i momenti dello scambio, forzando eccessivamente con il rovescio. Arriva così il break che mette sui binari più favorevoli l’incontro alla padrona di casa. L’italiana tenta una reazione nel quinto gioco, costruendosi un’opportunità break, ma è brava la n.45 del mondo a uscire dal momento di difficoltà e a spuntarla ai vantaggi con colpi profondi. Tiene botta la 21enne nativa di Flawil e conclude la contesa sullo score di 6-4 forte di 13 winners e di 15 unforced errors al cospetto di una Giorgi con 31 errori non forzati e con soli 8 vincenti che giustificano quanto visto sul cemento rossocrociato.

Fed Cup
Italia-Grecia 3-0: percorso netto delle azzurre e primo posto nel girone B
07/02/2020 A 18:05
Fed Cup
Fed Cup: le avversarie dell'Italia. Estonia, Austria e Grecia per le azzurre
14/01/2020 A 11:08